• Google+
  • Commenta
2 ottobre 2006

Università, colpevole silenzio?

“Dillo ad Alice” è un settimanale on line nazionale, che può essere consultato sull’omonima pagina web www.dilloadalic“Dillo ad Alice” è un settimanale on line nazionale, che può essere consultato sull’omonima pagina web www.dilloadalice.it. Il 27/09/2006, sulla prima pagina del settimanale, è stato pubblicato un intervento di Luigi Giuseppe Villani, Vice Presidente del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna. Sulla veridicità e sul valore politico e sociale della dichiarazioni di Villani, non mi pronuncio, non essendo un esperto di politica nazionale. Tuttavia, mi sembra opportuno riportare alcune sue frasi, a causa della loro forza e del loro linguaggio così diretto. L’intervento del consigliere regionale sottolinea, prima di tutto, l’importanza dell’Università nel nostro paese: “L’università è una delle più importanti istituzioni per un paese moderno. E’ lì infatti che si costruisce il futuro di una nazione perché si preparano le future generazioni a diventare classe dirigente e si deve sviluppare il progresso scientifico, tecnologico, economico e culturale da cui trae beneficio tutta la comunità nazionale”. Poi però, Villani accusa le università italiane di un colpevole silenzio contro quel decreto Bersani, che, di fatto, le impoverisce : “ Il famigerato, anche per tanti altri motivi, decreto Bersani Visco divenuto legge appunto in quei giorni ha difatti previsto che le università debbano restituire al Tesoro il dieci per cento del fondo per funzionamento ordinario 2006. Questo significa che dovranno diminuire, e consistentemente, non solo i soldi da destinare alla ricerca scientifica ma anche quelli che servono per l’intera organizzazione degli studi universitari e quindi per personale, riscaldamento, illuminazione e via dicendo. Verrà pertanto messo in pericolo l’intero funzionamento di tutto il sistema universitario. Ma nessuna voce di protesta, se non quella di qualche sparuto addetto ai lavori, si è levata contro questo vero e proprio taglio agli investimenti sul futuro dell’Italia…”. Infine Villani lancia un preoccupante allarme: “Il loro silenzio- cioè delle Università- dimostra che anche nelle università si è fatta una scelta di parte politica. Quando esiste una acquiescenza nei confronti del potere politico c’è l’anticamera del regime”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy