• Google+
  • Commenta
9 ottobre 2006

Venezia: Scienza & Media 2006

La scienza può essere divertente, appassionate e per nulla difficile. Per i giovani che in Italia sono ancora poco propensi a studiare mate

La scienza può essere divertente, appassionate e per nulla difficile. Per i giovani che in Italia sono ancora poco propensi a studiare materie scientifiche ed anche per il grande pubblico. E’ nata così Scienza&Media 2006, la prima manifestazione sulla divulgazione scientifica e l’editoria che, per due giorni, ha fatto incontrare comunicatori, bibliotecari, giornalisti, imprenditori, autori, editori, docenti e studenti, per promuovere e facilitare la diffusione della scienza in Italia. L’evento, nato dalla collaborazione tra la Biblioteca di Scienze dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, si è svolta il 28 e 29 settembre scorsi nella sede di VEGA a Venezia. “L’Università con le sue biblioteche e i docenti è solo uno dei soggetti che trasmette il sapere scientifico – dichiara Pier Francesco Ghetti, rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia -. E’ fondamentale che il mondo della comunicazione e della scuola collaborino per rendere più capillare la diffusione della scienza a tutti i livelli, soprattutto ai giovani.” “VEGA ha il compito di divulgare alle Istituzioni, alle imprese, alla collettività, anche tramite i media, gli aspetti più attuali dell’attività di ricerca applicata, di innovazione e delle nuove tecnologie ideate e realizzate nell’ambito del Parco – afferma Massimo Colomban, presidente di VEGA – molteplici gli obiettivi, innalzare il tenore tecnologico delle aziende veneziane e venete, accrescere la cultura scientifica della popolazione e contribuire all’avvicinamento dei giovani alle facoltà scientifiche”. Nella sessione d’apertura, il 28 settembre, comunicatori noti al grande pubblico, come l’etologo Danilo Mainardi e i giornalisti Giovanni Caprara e Armando Massarenti hanno discusso sul livello di alfabetizzazione scientifica in Italia. “L’università ed i nuovi modi di comunicare” è stato, invece, il tema del pomeriggio, moderato dal giornalista Roberto Reale, con la partecipazione della scienziata Margherita Hack e del direttore de “Le Scienze” Enrico Bellone. Il 29 settembre è stata l’impresa a riflettere sui canali di trasferimento del sapere scientifico, sia in Italia che all’estero, con occhio particolare agli Stati Uniti. Il giornalista Adriano Favaro ha animato la discussione, che ha visto la partecipazione dell’inviato dagli USA Vittorio Zucconi e di alcuni imprenditori di aziende leader nel campo dell’innovazione tecnologica. Scienza&Media2006 ha ricevuto il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia e del Comune di Venezia, del Miur Veneto, dell’Associazione Italiana Biblioteche e del Festival della Scienza. E’ stato realizzato con la collaborazione di SSIS Veneto, della scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario, del Consorzio INCA, del Consorzio Venezia Nuova, Thetis e Horizon Portal Engine.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy