• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2006

Il dipartimento di scienze cliniche e biologiche presenta l’attività scientifica dell’anno 2006

Mercoledì 6 dicembre 2006 a Villa Toeplitz si svolgerà la Riunione Scientifica del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell&rsMercoledì 6 dicembre 2006 a Villa Toeplitz si svolgerà la Riunione Scientifica del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell’Università degli Studi dell’Insubria. La giornata di lavori sarà aperta alle ore 14.00 dai saluti introduttivi del Magnifico Rettore, prof. Renzo Dionigi, del Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, prof. Paolo Cherubino e del Direttore del Dipartimento, prof. Antonio Toniolo. Sono molte le anime che contribuiscono alla vita di questo Dipartimento, perché numerose sono le discipline che vi afferiscono sotto la denominazione di Scienze Cliniche e Biologiche. Il Dipartimento si propone infatti di integrare la ricerca biologica di base con le applicazioni cliniche. Ricerca di base viene effettuata nei settori della Fisica Medica, dell’Immunologia e della Microbiologia e Oncologia. La ricerca clinica viene effettuata in Ostetricia e Ginecologia, Pediatria, Neuropsichiatria Infantile, Cardiologia, Medicina del Lavoro e Odontoiatria. Fanno parte del Dipartimento 26 docenti e 5 unità di personale tecnico e amministrativo. Nel 2006, sono state prodotte oltre 100 pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche di importanza internazionale e nazionale. Le diverse sezioni del DSCB hanno effettuato nel 2006 molteplici attività di ricerca. Nel Dipartimento si studiano strategie preventive contro i due mali del secolo: AIDS e tumori. “Lo studio dei meccanismi di interazione retrovirus-organismo ospite”, è un progetto di ricerca del Dipartimento che mira a utilizzare le conoscenze acquisite per ideare e mettere in pratica nuove strategie preventive e terapeutiche che possano aiutare a sconfiggere le infezioni da retrovirus umani (HIV e HTLV). Importanti risultati su questo tema sono stati pubblicati recentemente sulla prestigiosa rivista americana Proceedings of the National Academy of Science. È possibile vaccinarsi contro i tumori? A questa domanda stanno cercando di rispondere i medici del Dipartimento grazie al progetto “La risposta immunitaria contro i tumori e nuovi approcci immunovaccinali”. Un progetto coordinato dal prof. Douglas Noonan esplora i meccanismi dell’angiogenesi (produzione di vasi sanguigni) in relazione alla patologia tumorale “Angiogenesi e infiammazione e loro coinvolgimento nella patologia oncologica”. L’obiettivo è identificare i meccanismi che contribuiscono alla produzione di vasi nei tumori al fine di trovare degli inibitori dell’angiogenesi. Si ritiene che tali inibitori potrebbero limitare la crescita dei tumori. Altre ricerche mettono in luce il ruolo di nuovi metodi chirurgici per la cura dei tumori ginecologici (prof. Pierfrancesco Bolis) e il contributo della moderna elettrofisiologia alla terapia delle patologie cardiache (prof. Jorge Salerno-Uriarte). Nell’ambito della Fisica Medica vengono condotti studi sperimentali per l’analisi della qualità dell’immagine in Radioterapia e Radiologia medica e ricostruzioni tridimensionali in Odontostomatologia. Queste ricerche hanno un impatto diretto sulla diagnostica e sulla terapia. In altri settori, viene esplorato il ruolo dei virus nella sindrome post-polio, una malattia che colpisce i pazienti sopravvissuti alla poliomielite dopo i 40-50 anni di età. Similmente, uno sforzo congiunto della Pediatria e Microbiologia tende a chiarire il ruolo dei virus come causa del diabete del bambino. Il fine è quello di mettere a punto nuovi metodi diagnostici e di prevenzione di questa grave patologia endocrina che è in aumento in Europa e in altri Paesi sviluppati. Prestigiose collaborazioni a livello nazionale e internazionale caratterizzano il lavoro del gruppo di ricerca in Cardiologia e Medicina del Lavoro, tra i partner stranieri: l’Institut de Cardiologie de Montrèal; il Maryland Medical Research Institute; lo University Hospital di Zurigo. Tra gli italiani: Dipartimento Medicina Clinica e Sperimentale e dalla Clinica Cardiologica dell’Università di Padova; Università di Bologna; Dipartimento Cardiologia, IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia; Azienda Ospedaliero-Universitaria di Siena; l’Università di Perugia. Autismo, dislessia, cefalee, disturbi del sonno, dell’alimentazione e della lettura, sono le patologie studiate dal gruppo di ricerca in Pediatria e Neuropsichiatria Infantile che si occupa anche di terapia e di prevenzione di tali disturbi. Lo sviluppo di un nuovo succhietto e di un presidio per l’igiene orale denominato “Collifricio” rappresentano alcune attività del gruppo di lavoro in Odontoiatria. A Villa Toeplitz, nel pomeriggio di Mercoledì 6 Dicembre, saranno presentati i risultati dei progetti di ricerca più significativi ottenuti nell’ultimo anno in ciascuna disciplina. Per migliorare la qualità della produzione scientifica e favorire la formazione interdisciplinare dei giovani ricercatori il Dipartimento si è impegnato a organizzare incontri bimestrali per presentare e discutere i risultati delle ricerche in corso, ad addestrare i ricercatori a lavorare in team interdisciplinari che consentano di sfruttare le sinergie tra diversi afferenti al DSCB al fine di migliorare la qualità scientifica dei prodotti e, infine, a preparare progetti comuni tra più Sezioni del Dipartimento, che tendano ad integrare la ricerca di base e le applicazioni cliniche.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy