• Google+
  • Commenta
12 settembre 2007

Biocarburanti? Più inquinanti del petrolio

Quella sui biocarburanti (biofuel) è una vecchia polemica. Ma sono davvero così ‘eco-friendly’ come comunemente si pensa? In realt&agravQuella sui biocarburanti (biofuel) è una vecchia polemica. Ma sono davvero così ‘eco-friendly’ come comunemente si pensa? In realtà il biofuel, cioè il carburante ricavato da vegetali e quindi ‘naturale al 100%’, avrebbe un impatto ecologico nocivo tanto quanto il carburante tradizionale. Anzi, maggiore. Infatti, secondo il team guidato dal Professor Renton Righelato, della World Land Trust (che si occupa della conservazione delle foreste pluviali) e Dominick Spracklen dell’Università di Leeds (Gran Bretagna), l’intero ciclo produttivo del biofuel sarebbe più inquinante del semplice utilizzo di combustibili fossili (come il petrolio). Le emissioni di anidride carbonica originate dall’intero processo produttivo del biofuel, che necessita di coltivazioni massicce e della successiva lavorazione dei vegetali, impiegherebbero dai 50 ai 100 anni per essere compensate. Sembrerebbe quindi più ecologico bruciare combustibili fossili e piantare nuovi alberi, piuttosto che disboscare foreste o distruggere piantagioni per uso alimentare per far posto alle coltivazioni necessarie a produrre il biofuel.

Google+
© Riproduzione Riservata