• Google+
  • Commenta
8 marzo 2011

“L’Università e la Ragazza”: la prima donna avvocato nel 700

Zaffignani presenta ad Imperia il suo libro sulla prima donna avvocato, laureatasi nel 1777 a PaviaOggi 8 Marzo, in occasione della Festa della donna, avrà luogo la presentazione del libro “L’Università e la Ragazza” di Giovanni Zaffignani.
Presso la Biblioteca Civica “L. Lagorio” di Imperia, in Piazza De Amicis si ricorderà una figura femminile importante, che emerse tra molti nel 700, per la sua intelligenza e determinazione.
Infatti, in un’epoca in cui le donne non potevano minimamente pensare di frequentare l’Università e conseguire la laurea, Maria Pellegrina Amoretti è riuscita ad essere una fantastica eccezione.
Questo libro di Zaffignani racconta proprio la storia di questa ragazza di provincia che a 12 anni già parlava correttamente latino e greco e a 15, discuteva di filosofia e fisica con gli esperti di quel tempo.
Nel 1777 si laurea in “utroque jure” presso l’Università di Pavia e diventa il primo avvocato donna d’Italia, riscuotendo un discreto successo in veste di femminista ante litteram, che sfida i pregiudizi e l’ignoranza che le sta intorno, facendosi ricordare negli anni per la sua bravura.
Si tratta – ha detto il Sindaco Paolo Strescino, che presenterà il libro – di una nostra illustre concittadina cui non sono stati forse tributati in passato i dovuti onori. Sono lieto che per la presentazione del libro sia stata scelta la nostra città che dovrà impegnarsi per far conoscere meglio, soprattutto ai giovani e alle giovani, i meriti di Maria Pellegrina Amoretti“.
L’Università e la Ragazza” è un libro innovativo e basato su alcuni documenti originali dell’epoca, che è utile per ricordare questa donna che fu artefice dell’unione tra le due città di Pavia ed Imperia e rappresentò una vittoria per tutto il mondo femminile, che nel passato come oggi viene troppo spesso messo in un angolo.

Google+
© Riproduzione Riservata