Fav
  • Google+
  • Commenta
4 febbraio 2012

Le migliori tesi d’Italia in mostra al Politecnico di Bari

Il talento italiano sbarca nel capoluogo pugliese: fino al 17 febbraio, presso la Sala Ingresso Aule (I piano) del campus universitario, sarà infatti possibile visitare la mostra che ospita le 34 migliori tesi italiane di urbanistica e architettura.

Si tratta degli elaborati finalisti al Premio Nazionale Biennale Archiprix Italia 2010, promosso dal Consiglio Nazionale Architetti, Paesaggisti e Conservatori, che dal 2008 premia le migliori tesi di Architettura, Urbanistica ed Architettura del paesaggio discusse nelle facoltà italiane di Architettura ed Ingegneria Edile-Architettura.

Il concorso nazionale si propone quale strumento in grado di far emergere i giovani talenti italiani e di favorirne il loro ingresso nel mondo del lavoro.

Ogni tesi, esposta su tre tavole da 100cm per 70cm, appartiene ai finalisti di una delle quattro sezioni previste dal concorso: architettura, urbanistica e paesaggio, restauro e progetti speciali.

Tra i vincitori, anche un laureato del Politecnico di Bari, Lucio Riccobono, primo classificato nella sezione urbanistica e paesaggio, con la tesi dal titolo “Bari, il nodo ferroviario e l’area dell’ex Caserma Rossani. Riqualificare per il Futuro, tra Storia, Memoria e Progetto”.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, in collaborazione con la Prima Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, con il patrocinio dell’Assessore al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, Ordine degli Ingegneri, ARIAP e Politecnico di Bari.

Una mostra fortemente voluta a Bari dall’Ordine degli Architetti”- ha commentato Vincenzo Sinisi, Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari – a testimonianza della grande considerazione del mondo dell’Architettura nei confronti dei professionisti della nostra Provincia e del ruolo importante che giocano per le sfide future a cui tutti siamo chiamati”.
Un evento che rappresenta un importante “momento di condivisione delle esperienze e delle conoscenze, da cui i nostri iscritti, soprattutto i giovani, potranno trarre spunti importanti per la professione”.

Il 15 febbraio, inoltre, alle ore 16:00 è in programma un incontro nell’Aula Magna di Ingegneria a cui prenderanno parte, oltre al vincitore Lucio Riccobono, l’Assessore Regionale all’urbanistica, Angela Barbanente, il Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianficatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bari, Vincenzo Sinisi, il Prorettore del Politecnico, Francesco Selicato, l’esperto di architettura e giornalista Nicola Signorile, ed Arturo Cucciolla, docente di Ingegneria del Politecnico di Bari.

Francesca Martines

Google+
© Riproduzione Riservata