• Google+
  • Commenta
3 aprile 2013

Sviluppo Urbanistico UniCt. Convenzioni con la città per lo sviluppo urbanistico UniCt

Università degli Studi di CATANIA – Sviluppo Urbanistico UniCt – UniCt sempre più al servizio della città, dello sviluppo e della qualità della vita nel suo territorio.

Ma il modello di collaborazione sperimentato negli ultimi anni per la revisione del Piano regolatore generale e la stesura del Piano generale del traffico urbano della città di Catania, grazie alle due specifiche convenzioni stipulate fra Comune e UniCt, potrà essere riproposto anche per la pianificazione di future associazioni di Comuni e per l’area metropolitana etnea?

È la domanda che si porranno studiosi, tecnici e amministratori cittadini venerdì prossimo 5 aprile nel corso del convegno sullo Sviluppo Urbanistico UniCt dall’emblematico titolo “UniverCity. Prassi e ricerca per la pianificazione della Città di Catania” che si terrà nell’aula magna dell’edificio per la Didattica di Ingegneria, alla Cittadella universitaria. Un’iniziativa, questa, che nasce con l’obiettivo di presentare i risultati delle convenzioni che ha visto impegnati nel “cantiere Catania” docenti e giovani ricercatori dei dipartimenti universitari di Architettura e Ingegneria civile e ambientale, ma che si proietta, possibilmente, verso l’ulteriore traguardo della “esportabilità” – da conseguire attraverso il coinvolgimento di diversi attori territoriali – del modello collaudato nel capoluogo etneo, orientato alla mobilità e alla definizione di un’infrastruttura verde in una prospettiva di sviluppo sostenibile.

Grazie alle convenzioni per il Prg e il Pgtu, infatti, il legame fra l’Università di Catania e il suo territorio di riferimento oggi non è più soltanto uno slogan, ma ha assunto concreta forma in un esperimento di pianificazione che ha fatto tesoro della ricerca accademica, condotto in quello che è il nucleo della più rilevante conurbazione siciliana, e i cui esiti cominciano a divenire progressivamente tangibili. D’altro canto, le recentissime disposizioni regionali sull’abolizione delle Province in Sicilia delineano nuovi scenari per il sistema metropolitano etneo, anche nella prospettiva di una governance dei comuni che vi rientrano, indispensabile per lo sviluppo sostenibile del complesso ecosistema territoriale e urbano.

Ma quali sono, secondo i promotori del convegno su Sviluppo Urbanistico UniCt, i presupposti che stanno alla base di questa proposta? Per esempio, si parte dalla considerazione che i poli di trasformazione territoriale e urbana individuati dai due nuovi strumenti di pianificazione, periferici rispetto al sistema comunale catanese, sono invece centrali per l’area metropolitana. Su questi, quindi, si potrebbe innanzitutto fare leva per estendere i confini della visuale pianificatoria e gestionale. La loro individuazione è stata infatti suggerita dalle infrastrutture di trasporto pubblico su ferro (esistenti e in progetto) e da quelle innovative su gomma (Bus rapid transit – Brt), oltre che dalla necessità di dotare la città di un sistema di verde urbano connesso e integrato che metta in relazione le aree libere residue.

L’idea di mobilità sostenibile, integrata con l’infrastruttura verde, oltre a ridurre i costi individuali e collettivi della mobilità e la congestione del traffico cittadino, tende infine a garantire l’accessibilità per tutti e la sicurezza per gli utenti deboli, anziani e bambini, a ridurre i consumi energetici e a mitigare gli impatti del cambiamento climatico, oltre che ad aumentare la qualità urbana complessiva.

Dopo i saluti del rettore Giacomo Pignataro, del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, del direttore del Dica Enrico Foti e del direttore del Darc Paolo La Greca, presenteranno le relazioni introduttive al convegno su Sviluppo Urbanistico UniCt lo stesso prof. La Greca e il prof. Matteo Ignaccolo, in qualità di responsabili scientifici delle convenzioni rispettivamente per Prg e Pgtu, l’arch. Rosanna Pelleriti, responsabile Ufficio Prg del Comune di Catania, e il prof. Santi Cascone, assessore alla Mobilità del Comune di Catania.

Gli aspetti legati alla pianificazione urbanistica saranno poi illustrati dal prof. Francesco Martinico, responsabile scientifico della convenzione per il Prg, dall’ing. Luca Barbarossa, coordinatore gruppo di progettazione della convenzione Prg, dal prof. Stefano Stanghellini e dall’arch. Valentina Cosmi, consulenti per gli aspetti economici del Prg.

Quelli legati alla pianificazione dei trasporti dall’ing. Giuseppe Inturri, responsabile scientifico della convenzione per il Pgtu, e dall’ing. Salvatore Caprì, componente del gruppo di progettazione Pgtu. Interverranno inoltre l’ing. Nicola Colombrita (presidente dell’Ance di Catania), l’arch. Luigi Longhitano (presidente dell’Ordine Architetti pianificatori, paesaggisti e Conservatori della Provincia di Catania e l’ing. Carmelo Maria Grasso (presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy