• Google+
  • Commenta
25 settembre 2013

Sardegna Nord Cetacei. Campagna di monitoraggio dei cetacei promossa dall’Università di Sassari

Università degli Studi di SASSARI – Sardegna Nord Cetacei riprende la via del mare

Oltre 300 miglia marine, più di 20 ricercatori impegnati, 7 giorni a bordo di un veliero tra la Sardegna e Corsica. Il 25 settembre riparte la campagna di monitoraggio dei cetacei del Nord Sardegna promossa dal Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari.

Dopo il grande interesse suscitato dalla prima edizione e gli importanti risultati ottenuti, tra avvistamenti e raccolta dati, mercoledì 25 settembre la spedizione di Sardegna Nord Cetacei parte per la seconda campagna di monitoraggio dei cetacei del nord Sardegna, promossa dal Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Sassari. Il responsabile scientifico della ricerca è il Prof. Salvatore Naitana, Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, e il coordinatore del progetto è il naturalistaAndrea Rotta, specializzato nelle ricerche dei delfini da 15 anni.

Ospiti a bordo del veliero “La Reole”, i ricercatori percorreranno circa 300 miglia, sia in ambiente costiero sia pelagico, nel tratto di mare compreso tra La Maddalena e Stintino, per studiare lo stato di salute dei cetacei presenti.

Il progetto di ricerca è stato presentato mercoledì 25 settembre nella sala Milella dell’Università di Sassari nel corso di una conferenza stampa che si è aperta con i saluti del Rettore dell’Ateneo professor Attilio Mastino. “Quello con Sardegna Nord Cetacei è divenuto un appuntamento annuale, che coinvolgerà anche i nostri studenti , i nostri dottorandi e specializzandi –  ha dichiarato Mastino – Sono convinto che il nostro Dipartimento di Medicina Veterinaria unico in  Sardegna debba specializzarsi sempre di più nelle ricerche in ambiente marino, specifiche nell’isola, con attenzione alla qualità ambientale e al tema della biodiversità. Questa che inizia sarà una spedizione fornita di aggiornati strumenti scientifici, con la voglia di raccogliere dati e informazioni indispensabili per lo sviluppo delle ricerche e per la nascita del parco internazionale delle Bocche”.

Grazie alla muldisciplinarietà presente a bordo, saranno raccolti dati inerenti la dinamica di popolazione e si utilizzeranno attrezzature non invasive per il prelievo di materiale biologico che, analizzato nei diversi laboratori, fornirà un quadro più completo da un punto di vista parassitologico e microbiologico. L’obiettivo scientifico della spedizione è infatti quello di verificare lo stato di salute, la densità e il numero dei cetacei presenti: “Faremo delle repliche su transetti percorsi lo scorso anno — dice Andrea Rotta — Oltre alle diverse specie solitamente avvistate, come il tursiope (delfino costiero) e la stenella (delfino pelagico), speriamo di osservare lo zifio, la balenottera, il capodoglio e il delfino comune”, prosegue il dott. Rotta.

Oltre alla ricerca sarà dato ampio spazio alla comunicazione ambientale: verrà raccontata la vita di bordo, fatta di lunghe attese e grandi emozioni.

Nella prima edizione sono stati numerosissimi gli accessi giornalieri al blog, (sardegnanordcetacei) che sarà aggiornato costantemente con racconti e immagini dal veliero; da quest’anno sarà possibile seguire la crociera anche attraverso i social media grazie ai profili e alle pagine già attivi su twitter (@SardegnaNordCet), Facebook (facebook) e Instagram: “Sarà una sorta di reality della ricerca”, commenta Andrea Rotta.

La campagna ambientale sarà svolta anche a terra, nelle conferenze svolte nei principali approdi: Bonifacio (Corsica), Santa Teresa Gallura, Castelsardo. Il primo incontro è in programma questo sabato alle ore 19.00 a nel porto turistico di Castelsardo.

La Maddalena sarà la base logistica delle operazioni e la sede della conferenza conclusiva, che verrà realizzata alla fine della crociera.Proprio da La Maddalena è prevista la partenza del veliero “La Reole” alle 15.30.

Grazie al supporto dell’amministrazione maddalenina, la campagna di ricerca proseguirà nella settimana successiva, con uscite giornaliere, nell’arcipelago di La Maddalena dove verranno raccolti dati sulla popolazione di tursiopi presenti in quest’area.

Inoltre, presso i locali della sede “ex magazzini Ilva”, sarà allestito un centro didattico dove verranno svolte lezioni frontali sulle principali tematiche che riguardano i cetacei, quali la loro biologia, anatomia, fisiologia e l’illustrazione delle principali minacce a carico di questi animali. Sabato 12 ottobre a La Maddalena avrà luogo la conferenza finale.

Il progetto “Sardegna Nord Cetacei” è realizzato con i contributi dell’Università degli Studi di Sassari, del Dipartimento di Medicina Veterinaria e con la collaborazione delle associazioni “41 Nord” e Join us, ed è patrocinata da tutti i Comuni che accoglieranno l’equipaggio durante la loro campagna di monitoraggio, oltre che dalle amministrazioni comunali di Valledoria e Porto Torres. Il progetto si avvale, inoltre, della collaborazione scientifica dell’Instituto Español de Oceanografía di Murcia e dell’IFREMER – Institut Francais de Recherche pour l’Explotation Durable de la Mer.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy