• Google+
  • Commenta
8 ottobre 2013

Università di Catania. L’eruzione dell’Etna del 1669

Università degli Studi di CATANIA – L’eruzione etnea del 1669 nelle relazioni giornalistiche contemporanee

Eruzione Etna

Eruzione Etna

Venerdì 11 ottobre alle 17, nell’aula magna del Palazzo centrale, presentazione del volume di Raffaele Azzaro e Viviana Castelli

L’eruzione dell’Etna del 1669 è tra gli eventi di maggior rilievo nella storia vulcanologica italiana dell’ultimo millennio. Le relazioni “giornalistiche” dell’epoca, scritte e stampate mentre la lava scorreva devastando il fianco meridionale dell’Etna, e in parte la stessa Catania, raccontarono fin nei minimi dettagli non solo il fenomeno fisico dell’eruzione ma anche i modi complessi e sfaccettati in cui una società intera reagì a un avvenimento estremo. Pubblicate in Italia e all’estero grazie a una complessa rete di diffusione delle informazioni, queste relazioni resero l’Etna e la sua eruzione un fenomeno di portata internazionale, suscitando un interesse destinato a non estinguersi mai più.

Gli straordinari “reportage” sono stati riportati alla luce nel volume “L’eruzione etnea del 1669 nelle relazioni giornalistiche contemporanee”, scritto dai ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (sezione di Catania) Raffaele Azzaro e Viviana Castelli, che sarà presentato venerdì 11 ottobre alle 17 nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania.

Esso contiene un gruppo di testimonianze originali sull’evento, mai considerate prima nella loro integrità.

Alla giornata – alla quale saranno presenti il rettore dell’Università di Catania Giacomo Pignataro e il presidente dell’Ingv Stefano Gresta – partecipano Eugenio Privitera (direttore Osservatorio etneo) e Stefano Branca (ricercatore Ingv dell’Università di Catania) e gli autori: Raffaele Azzaro terrà una relazione dal titolo “L’eruzione del 1669 nella ricostruzione delle fonti originali: un percorso attraverso la riscoperta degli eventi e del territorio”, Viviana Castelli parlerà invece del fenomeno mediatico internazionale che l’eruzione del 1669 diventò attraverso le cronache del tempo.

Google+
© Riproduzione Riservata