Fav
  • Google+
  • Commenta
14 ottobre 2013

Università di Trento. Scienza e Umanesimo:dialogo possibile

Università di TRENTO – Le crisi delle discipline umanistiche e l’affermazione della tecnologia del sapere applicato: cause, rischi e proposte di sintesi. Se ne parlerà nell’incontro con il fisico e storico della scienza Lucio Russo domani, martedì 15 ottobre, a Trento alle 17.30 nell’aula 1 del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento (via Tommaso Gar, 14)

 

«Dalla civiltà classica abbiamo tratto caratteristiche essenziali del nostro pensiero filosofico, scientifico, politico e giuridico. Si tratta di idee che possono essere rifiutate, ma dimenticarle non garantisce affatto il progresso, come molti sembrano credere; favorisce piuttosto l’assorbimento acritico di idee spesso ancora più antiche». Così afferma Lucio Russo nell’apertura del domenicale del Sole 24 Ore di ieri. Fisico e storico della scienza, Russo sarà a Trento domani, martedì 15 ottobre per tenere una conferenza pubblica in occasione dell’avvio delle lezioni del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. Il suo intervento su “Scienze e Umanesimo: qualche proposta per una nuova sintesi”, che avrà luogo alle 17.30 in aula 1 (via Tommaso Gar, 14) sarà un’occasione per riflettere sul dialogo tra discipline e sulle sfide nella formazione dei giovani.

Russo, docente dell’Università di Roma Tor Vergata, ha a cuore la formazione umanistica e l’intreccio tra le competenze scientifiche e quelle storiche, filosofiche e letterarie. Attento osservatore della crisi delle discipline umanistiche e di quelle scientifiche non applicative, da anni è impegnato nel coniugare la storia della scienze con la storia delle idee e nel recuperare il sapere scientifico ellenistico alla luce dei progressi scientifici e tecnologici avvenuti dall’epoca rinascimentale fino ai nostri giorni.

Google+
© Riproduzione Riservata