• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2014

Unito: strategia anti smart drugs

Università degli Studi di TORINO – L’Italia primo paese europeo a dotarsi di una strategia anti “smart drugs” a Torino il nuovo piano di azione nazionale

Unito

Unito

Prosegue mercoledì 22 gennaio, con la tappa che si svolgerà alle 9.30 presso il Centro Regionale Antidoping “Alessandro Bertinaria” di Orbassano (TO) – Regione Gonzole 10/1, il ciclo di aggiornamento tecnico scientifico sulle Nuove Sostanze Psicoattive, promosso dal Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, il Centro Antiveleni di Pavia, il Dipartimento delle Dipendenze della ULSS 20 di Verona, i R.I.S. dell’Arma dei Carabinieri, la Polizia Scientifica e l’Agenzia delle Dogane.

Scopo dell’iniziativa, che vedrà come relatore il prof. Marco Vincenti, Ordinario di Chimica Analitica dell’Unito e Direttore Tecnico del Centro Regionale Antidoping e Laboratorio Regionale di Tossicologia “Alessandro Bertinaria” di Orbassano, è far conoscere e diffondere le nuove strategie nazionali Piano di Azione Nazionale per affrontare il fenomeno delle nuove sostanze psicoattive in maniera completa e coordinata su tutto il territorio nazionale, analizzando i diversi aspetti che lo costituiscono e fornendo informazioni tecnico-scientifiche in ambito clinico-tossicologico e bio-tossicologico alle strutture sanitarie interessate e alle Forze dell’Ordine

Gli incontri, che si svolgeranno presso i centri collaborativi del Sistema Nazionale di Allerta Precoce – N.E.W.S., sono rivolti agli operatori dei servizi per le tossicodipendenze, al personale di laboratorio, al personale delle unità di emergenza-urgenza, al personale delle Forze dell’Ordine e a quello della magistratura.

Verranno resi noti inoltre i dati sui consumi delle sostanze stupefacenti nella città di Torino e provincia.


© Riproduzione Riservata