Fav
  • Google+
  • Commenta
4 novembre 2014

BeHandy e Cà Foscari, Venezia In Tutti I Sensi

Unive e BeHandy

Università “Cà Foscari” di Venezia – BeHandy, realtà nazionale che si occupa di Turismo Accessibile e Incoming per esigenze particolari, con il Patrocinio del Comune di Venezia e dell’Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari Venezia, ha organizzato per i giorni 5, 6 e 7 novembre 2014 dei percorsi tematici storico-artistico-culturali, rivolti a ragazzi con diverse abilità.

Convegno BeHandy a Unive

Convegno BeHandy a Unive

Questa iniziativa con BeHandy nasce dal successo del format “In Tutti i Sensi” già collaudato più volte nelle città di Milano, Torino e Genova.

Il 5 novembre si terrà una conferenza stampa di presentazione presso il palazzo di Ca’ Foscari (Dorsoduro 3246, Calle Larga Foscari), sul Canal Grande, nella sala Berengo al primo piano, alle ore 11.00.

L’iniziativa sarà possibile grazie alla collaborazione con VEASYT srl, spin-off dell’Università Ca’ Foscari Venezia, nato per valorizzare le competenze del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati nell’ambito dell’accessibilità linguistica e sensoriale proponendo servizi digitali e innovativi per una completa accessibilità ai contenuti e alle informazioni.

Il ruolo di BeHandy

BeHandy fornirà ai ragazzi coinvolti un questionario di “mappatura”, che servirà a verificare l’accessibilità dei siti visitati. I questionari saranno personalizzati per tipologia di esigenza: disabilità motoria parziale, motoria totale, ipovisione, cecità, sordità, celiachia, diabete, over50 e mamme con carrozzina. I dati, dopo esser stati raccolti e selezionati, saranno inseriti nel portale www.behandy.it e visibili gratuitamente. Questo consentirà a chi ha esigenze speciali di poter avere visibilità sulla reale accessibilità di alcuni luoghi di interesse turistico a Venezia.

Inoltre BeHandy produrrà itinerari turistici accessibili per Venezia anche in ottica di Expo 2015.

Le visite saranno arricchite dalle guide di Urban Safari, che aggiungeranno le loro conoscenze storico, artistico e culturali sulla città e che permetteranno a questi gruppi di poter conoscere da turisti la propria città.

Questo progetto fornirà, ancora una volta, un servizio utile e concreto poiché consentirà la raccolta di dati sull’accessibilità di siti turistici e darà allo stesso tempo la possibilità a quelle persone che vorrebbero visitarla di poterla vivere con maggiore intensità e serenità.

Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito: Behandy

Google+
© Riproduzione Riservata