• Google+
  • Commenta
12 gennaio 2015

Uomo Virtuale: uno spicchio di futuro al SYSBIO Day in Bicocca

Università degli Studi di Milano – Bicocca – L’Uomo Virtuale? Entro il 2050. Uno spicchio di futuro al SYSBIO Day in Bicocca, con l’intervento del genetista del San Raffaele Edoardo Boncinelli

Uomo Virtuale

Uomo Virtuale

L’Uomo Virtuale in Bicocca

La realizzazione del virtual human ovvero dell’Uomo Virtuale entro i prossimi 30 anni, per ricostruire come mai finora i meccanismi molecolari che sottendono patologie multifattoriali, dal cancro alle malattie neurodegenerative.

L’Uomo Virtuale è una delle tante sfide lanciate dalla Systems Biology, o biologia sistemica, che verranno discusse nel SYSBIO Day in programma mercoledì 14 gennaio all’Università di Milano-Bicocca.

La systems biology è un nuovo campo di ricerca scientifica, fortemente interdisciplinare, rivolto alla comprensione dei processi biologici complessi (ad es., ciclo cellulare, crescita, differenziamento, trasformazione neoplastica) che derivano dalla interazione dinamica di un gran numero di molecole. Salute, agricoltura e processi industriali biotecnologici sono i campi per cui si attendono i risultati più rilevanti da tali ricerche.

Tra gli ospiti dell’incontro Edoardo Boncinelli, il noto genetista e divulgatore scientifico del San Raffaele di Milano, la direttrice del SYS BIO Lilia Alberghina e il genetista tedesco e direttore del Centro Di Biologia Sistemica dell’Università di Lussemburgo Rudi Balling.

IL SYSBIO Day è organizzato dall’omonimo centro di ricerca finanziato dal Miur, nel quale sono impegnati circa 60 ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca e diversi studenti di dottorato e assegnisti.


© Riproduzione Riservata