• Google+
  • Commenta
2 aprile 2015

IUISM “Sapientia Mundi conferisce il premio Solidarietà e Sostenibilità a Unipi

XXIII congresso dell’ANMS

Università degli Studi di Pisa – All’Università di Pisa il premio Solidarietà e Sostenibilità della Fondazione accademica IUISM “Sapientia Mundi”

IUISM conferisce il premio a Unipi

IUISM conferisce il premio a Unipi

All’Università di Pisa il premio Solidarietà e Sostenibilità della Fondazione accademica IUISM “Sapientia Mundi”

Il riconoscimento della IUISM è stato conferito in considerazione delle attività svolte dall’Ateneo in favore dei soggetti più deboli e diversamente abili

L’Università di Pisa ha ricevuto il premio Solidarietà e Sostenibilità 2015 della Fondazione accademica IUISM “Sapientia Mundi” in considerazione delle attività svolte in favore dei soggetti più deboli e diversamente abili. Il riconoscimento è stato ritirato da Paolo Mancarella, professore ordinario presso il dipartimento di Informatica, delegato del Rettore per la disabilità e attuale Presidente della Conferenza Nazionale dei Delegati Disabilità, durante una cerimonia che si è svolta a Roma il 25 marzo scorso nell’aula magna della clinica medica del Policlinico Umberto I.

Le dichiarazioni di Paolo Mancarella sul premio Solidarietà e Sostenibilità della Fondazione accademica IUISM “Sapientia Mundi”

“Il premio è un riconoscimento degli sforzi che il nostro Ateneo ha compiuto in questi anni a favore degli studenti con disabilità – ha dichiarato Paolo Mancarella – offrendo loro servizi sempre più efficaci, volti a garantire una partecipazione attiva alla vita universitaria. Desidero condividere la soddisfazione per il riconoscimento ottenuto con tutto lo staff dell’USID (l’Unità di Servizi per l’Integrazione degli studenti Disabili), con i volontari del servizio civile e con tutti gli studenti che in questi anni hanno fornito il loro prezioso e irrinunciabile contributo”.

Un impegno che è stato dunque riconosciuto dalla Fondazione IUISM che da anni promuove l’inclusione sociale, con particolare attenzione alle forme di fragilità umana legate alle condizioni psico-fisiche dell’individuo, cercando di rendere accettabili le differenze tra i singoli ed i gruppi sociali. A tale proposito la Fondazione ha dato vita a specifici accompagnamenti per studenti diversamente abili per il conseguimento di titoli accademici presso Università italiane e straniere, secondo le direttive in materia di attuazione del diritto allo studio.


© Riproduzione Riservata