• Google+
  • Commenta
26 marzo 2014

Smart Cities: Unitn lancia sguardo di genere sulle Smart Cities

Smart Cities

Università degli Studi di Trento – Uno sguardo di genere sulle Smart Cities

Smart Cities

Smart Cities

Domani, giovedì 27 marzo, al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, convegno a conclusione del progetto “Thinking Smart Doing Gender: ripensare il Trentino in un’ottica di genere”, realizzato dal Centro Studi Interdisciplinari di Genere dell’Università degli Studi di Trento

Che relazioni intercorrono tra genere e Smart Cities? Come si può ripensare il Trentino in un’ottica di genere? E quindi come possono essere riformulate le politiche in campo formativo, lavorativo, ambientale e della salute? Quali buone prassi sono presenti in altri territori?

A questi interrogativi ha cercato di rispondere il progetto “Thinking Smart Doing Gender: ripensare il Trentino in un’ottica di genere” realizzato dal Centro Studi Interdisciplinari di Genere dell’Università di Trento con il contributo finanziario della Provincia autonoma di Trento. A chiusura del progetto, domani, giovedì 27 marzo, si terrà il convegno “Costruire scenari di cambiamento: sguardi di genere su città e territori” dalle ore 14.00, nell’aula Kessler del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale (via Verdi, 26). Da alcuni anni si parla molto di Smart Cities. Il dibattito, che  coinvolge soprattutto policy-makers e ambienti di ricerca, mira a individuare le linee di intervento per rendere i territori sempre più capaci di rispondere ai bisogni individuali, migliorando la qualità della vita di chi li abita. Il convegno si propone in particolare di analizzare le disuguaglianze di genere esistenti nella cittadinanza, illustrando alcune strategie di azione per abbatterle. A questo scopo si metteranno a confronto differenti esperienze di amministrazione e di ricerca, interne ed esterne al territorio trentino, stimolando la circolazione di buone pratiche e la creazione di linee guida per il futuro.

L’apertura dei lavori sulle Smart Cities sarà affidata alla rettrice dell’Università di Trento Daria de Pretis e a Barbara Poggio, coordinatrice del Centro di Studi Interdisciplinari di Genere. In seguito Sara Ferrari (assessore alla università, ricerca, politiche giovanili, pari opportunità e cooperazione allo sviluppo per la Provincia autonoma di Trento) rifletterà su come l’ottica di genere possa stimolare il cambiamento sul territorio trentino. La parola passerà quindi a Maria Sangiuliano (ricercatrice e project manager del European Centre for Women and Technology) e ad Antonella De Angeli (Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione dell’Università di Trento)  che proporranno alcune riflessioni sul rapporto tra genere e città a partire dalle rispettive esperienze di ricerca. Successivamente interverranno Michela Cozza e Francesco Miele (Centro di Studi Interdisciplinari di Genere) illustrando i risultati principali del progetto “Thinking Smart Doing Gender: ripensare il Trentino in un’ottica di genere” e, infine, chiuderà Michelangelo Marchesi (assessore con delega per le materie dell’ambiente e della mobilità del Comune di Trento) prospettando alcuni scenari di cambiamento per la città di Trento. Il convegno si concluderà con un momento di dibattito  tra i relatori e i partecipanti. Ulteriori informazioni e il programma sono disponibili al link: Smart Cities Unitn


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy