• Google+
  • Commenta
12 maggio 2015

Rimborso pensioni e restituzione arretrati: come fare domanda all’Inps

Rimborso pensioni

Rimborso pensioni 2015, quello che c’è da sapere sui rimborsi della pensioni, come avere la restituzione degli arretrati, a chi spetta, come fare domanda all’Inps e quale procedura seguire

Rimborso pensioni

Rimborso pensioni

Il rimborso della pensione è stato da sempre un argomento che ha interessato moltissime persone.

Infatti, a prescindere da quest’anno, è sempre bene tenersi informati sui rimborsi dei contributi pensionistici, le procedure per i rimborsi di irpef, inps, e inpdap, su quello della pensione integrativa, di reversibilità, di invalidità, sociale, della procedura da seguire in caso di morte e non solo. Ecco come avvengono i rimborsi della pensioni e chi può chiederlo.

Ci sono anche casi di pensione non dovuta, o casi in cui non si sa cosa va dichiarato e cosa no.

Nonostante i rimborsi delle pensioni sia quindi un argomento sempre in auge, quest’anno se ne parla soprattutto in seguito al diritto di rimborso maturato da tantissimi pensionati dall’anno dell’approvazione della riforma pensioni Fornero a questo. La settimana scorsa, infatti, la legge Fornero è stata dichiarata incostituzionale in quanto ha messo in discussione il potere d’acquisto dei pensionati e la stabilità dei conti pubblici stessi. Ad ogni pensionato spettano dei rimborsi detto corrispondenti a circa 500 euro, tuttavia bisogna essere ben informati sulle modalità in cui il rimborso può essere presentato e su come bisogna fare. Come si presenta la domanda per i rimborsi pensionistici? Quando bisogna mandarla? Dove?

Per rispondere a tutte queste domande, la Fondazione Studi dei consulenti del lavoro ha diffuso una circolare che presenta un vero e proprio vademecum, una guida, su come presentare la domanda di rimborsi delle pensioni. Vediamo, in parole a tutti comprensibili, che cosa ci vuole dire.

La prima domanda, fondamentale è: chi ha diritto alla procedura del rimborso pensione? Chiunque percepisca una pensione superiore a 1.443 € al mese. Se rientrate in questa categoria, avete diritto e vi spetta la ricostruzione della pensione.

La procedura può essere avviata da voi stessi, per via telematica oppure tramite gli uffici predisposti quali CAF oppure consulenti del lavoro.

Come ottenere il rimborso pensioni e la restituzione degli arretrati: la guida Inps

Nella domanda che andrete ad effettuare dovrete indicare in maniera precisa l’oggetto, motivare perché avete diritto ai rimborsi pensione.

La frase che dovete riportare è la seguente: ricostruzione nella pensione in virtù dell’abrogazione dell’art. 24-comma 25- D.L. n.201 del 06.12.2011 con sentenza della Corte Costituzionale n. 70 del 30.04.2015

Il contenuto della domanda dovrà essere tutta la documentazione riguardante la vostra pensione, compresi data di matrimonio per chi è sposato, reddito personale e reddito del coniuge. Inoltre, bisognerà indicare in maniera molto attenta le coordinate che l’INPS dovrà utilizzare per il rimborso della somma che vi spetta.

Se la domanda è accolta positivamente, l’INPS provvede alla restituzione della somma di denaro. In caso contrario, invece, entro 120 giorni vi sarà comunicato il rifiuto.

Cosa fare se non ricevete né l’accredito né una risposta di rifiuto? È possibile avviare un ricorso amministrativo tramite il vostro PIN o intermediari quali CAF o consulente del lavoro, oppure avviare un’azione giudiziale tramite la Sezione Lavoro del Tribunale civile di riferimento. Quest’ultima procedura necessita di assistenza legale.

Le conseguenze dei rimborsi della pensione sulla riforma delle pensioni

Restituzione arretrati pensione

Restituzione arretrati pensione

Possibili conseguenze dell’enorme richiesta dei rimborsi pensioni da parte di chi ha diritto alla somma riguarda, la perdita di stabilità delle casse statali, già precarie e un ulteriore peso gravante sui futuri pensionati, in quanto se lo Stato è chiamato a impegnarsi economicamente sul rimborso delle pensioni è ancora più forte la certezza di non poter garantire maggiore flessibilità in uscita, riguardo i requisiti pensionistici.

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy