• Google+
  • Commenta
20 maggio 2016

Riciclo dei rifiuti: progetto LIFE+ EMaRES Unipg

Riciclo dei rifiuti
Riciclo dei rifiuti

Riciclo dei rifiuti

L’Umbria all’avanguardia nel riciclo dei rifiuti grazie alla collaborazione fra Università e aziende locali finanziata dalla Commissione Europea .

Il progetto LIFE+ EMaRES sui rifiuti, realizzato dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia e finanziato dalla Commissione Europea, ha ottenuto importanti risultati.

“Le attività hanno avuto l’obiettivo di introdurre tecniche innovative sia nella raccolta sia nel trattamento dei rifiuti residuali consentendo di raggiungere percentuali di rifiuti effettivamente riciclati pari a circa il 64%.

Questi risultati sono notevolmente superiori all’obiettivo del 50% imposti dalla CE per il 2020”.

Lo sottolinea il professor Francesco Di Maria che, dal 2014 al 2015, quale responsabile del Laboratorio LAR5, ha coordinato le attività dell’intero partenariato costituito oltre che dal Dipartimento di Ingegneria anche dalla TSA spa, dalla GESENU spa, dalla Regione dell’Umbria e dal Comune di Magione.

Le migliorie introdotte e dimostrate con il progetto LIFE EMaRES sono anche state recepite dalle ultime delibere della Giunta Regionale al fine di renderle strutturali nell’intero sistema di gestione dei rifiuti dell’Umbria.

Il professor Di Maria sul progetto LIFE+ EMaRES sul riciclo dei rifiuti

“Tutto ciò dimostra come la ricerca, il mondo delle aziende e quello delle istituzioni possono trovare punti di incontro e di collaborazione per dare risposte reali a problemi reali che interessano la vita di tutti i cittadini – conclude il professor Di Maria -. La raccolta e il trattamento dei rifiuti residuali nel territorio del Comune di Magione hanno consentito di raggiungere percentuali di rifiuti riciclati pari al 64%. Risultati importanti che sono notevolmente superiori all’obiettivo che l’Unione Europea ha fissato al 50% nel 2020”.


© Riproduzione Riservata