• Cacciatore
  • Buzzatti
  • Pasquino
  • Baietti
  • Barnaba
  • Alemanno
  • Scorza
  • Liguori
  • Gnudi
  • Casciello
  • De Luca
  • Santopietro
  • Romano
  • Crepet
  • Mazzone
  • Rinaldi
  • Bonanni
  • Falco
  • Valorzi
  • di Geso
  • Grassotti
  • Quaglia
  • Cocchi
  • De Leo
  • Santaniello
  • Russo
  • Rossetto
  • Gelisio
  • Chelini
  • Meoli
  • Bruzzone
  • Califano
  • Abete
  • Catizone
  • Vellucci
  • Quarta
  • Andreotti
  • Leone
  • Ward
  • Boschetti
  • Tassone
  • Coniglio
  • Dalia
  • Romano
  • Miraglia
  • Bonetti
  • Algeri
  • Paleari

L’Università di Perugia si fa bella per il nuovo anno

17 Luglio 2006

Pubblicata la nuova offerta formativa dell’Università degli Studi di Perugia per l’anno accademico 2006/2007.

Molti dei 132 corsi di laurea prePubblicata la nuova offerta formativa dell’Università degli Studi di Perugia per l’anno accademico 2006/2007. Molti dei 132 corsi di laurea presentati, di cui 58 inerenti alla specialistica, verranno distribuiti nelle sedi decentrate di Terni, Assisi, Città di Castello, Foligno, Narni, Orvieto e Spoleto. Tale scelta, considerato anche l’aumento del numero degli iscritti verificatosi nello scorso anno, costituisce senza dubbio una scelta vincente, in grado di attrarre anche studenti fuori regione.
Il quadro dell’offerta formativa 2006-2007 risponde alla tendenza in atto nell’Ateneo, suggerita dal Rettore e dal Senato Accademico, di accorpare, laddove sia possibile, i corsi di laurea triennali, e di impegnare maggiormente il corpo docente nella fase successiva degli studi, aumentando progressivamente il numero delle lauree specialistiche. Tra i corsi di laurea non mancano delle novità, giustificate talvolta da esigenze manifeste: è questo il caso del corso di laurea specialistica a ciclo unico in “Ingegneria edile-architettura”, che si terrà presso la Facoltà di Ingegneria e che trova la sua ovvia giustificazione nell’assenza di corsi di laurea in Architettura nell’Italia centrale, se si escludono quelli presenti nelle sedi di Roma e di Firenze.
Da sottolineare che tutti i corsi attivati rispondono ai requisiti minimi richiesti dal MIUR per il rispetto del rapporto docenti/studenti. La stessa dislocazione delle strutture didattiche e di taluni servizi, come è il caso della segreteria studenti situata in via della Pallotta, risponde alla necessità di ampliare gli spazi riservati alle attività didattiche, secondo direttive impartite dal Ministero, per migliorare la vivibilità negli atenei. In questo contesto è da tenere il considerazione l’impegno dell’Università di Perugia stessa che, con uno sforzo finanziario e organizzativo straordinario, ha posto mano alla dislocazione delle strutture universitarie nella città, a cominciare dal recente avvio dei lavori per la costruzione della nuova Facoltà di Medicina e Chirurgia, nell’ambito del Polo Unico Sanitario.

© Riproduzione Riservata