• Quarta
  • Cocchi
  • Coniglio
  • Valorzi
  • Falco
  • Mazzone
  • Cacciatore
  • Chelini
  • Alemanno
  • Romano
  • Liguori
  • Dalia
  • Grassotti
  • Gnudi
  • Buzzatti
  • Bruzzone
  • Catizone
  • Tassone
  • Barnaba
  • Bonetti
  • Rinaldi
  • di Geso
  • Bonanni
  • Algeri
  • Casciello
  • Ward
  • Romano
  • Meoli
  • Leone
  • Russo
  • Miraglia
  • Crepet
  • Quaglia
  • Boschetti
  • Califano
  • Santopietro
  • Pasquino
  • Paleari
  • Vellucci
  • Rossetto
  • Baietti
  • Scorza
  • De Leo
  • Andreotti
  • Gelisio
  • Abete
  • Santaniello
  • De Luca

Voli a portata di tutti!

14 Luglio 2006

Un tempo andare all’estero era un lusso che pochi potevano concedersi.

Da quando sono nate le compagnie low cost per un italiano volare nelle cap

Un tempo andare all’estero era un lusso che pochi potevano concedersi.
Da quando sono nate le compagnie low cost per un italiano volare nelle capitali europee è sicuramente più economico, rispetto ai voli offerti dalla compania di bandiera che ancora ha un monopolio, quasi esclusivo, sui collegamenti interni della penisola.
Molti dicono che i voli low cost non sono sicuri perché le compagnie risparmiano sulla sicurezza.
Credo semplicemente che riducendo il personale, ma soprattutto i suoi privilegi e non regalando biglietti a parenti, politici, giornalisti ed altra gente”Del piano di sopra”come fanno le compagnie di bandiera, o almeno la nostra, sia normale offrire biglietti ad un prezzo ridotto.
Qualche esempio? Il personale dell’Ali Italia alloggia in
alberghi di lusso a spesato dalla compagnia e quindi di chi comprai i biglietti aerei e da noi che paghiamo le tasse.
Sui voli di bandiera è inclusa nel costo del volo una misera consumazione dal sapore quasi gradevole, nel migliore dei casi.
E questo è un altro fattore per cui il prezzi del biglietto aereo lievitano.
Ovviamente i passeggeri preferirebbero non usufruire del pranzo a bordo e farebbero
volentieri a meno di pagare gli alberghi di lusso a hostes e piloti.
Per quanto riguarda il fattore sicurezza beh il personale delle compagnie di bandiera potrebbe anche essere più qualificato e gli aerei piu nuovi rispetto a quelli adoperati dalle compagnie low costs, fatto sta che io volo da tanti anni con queste compagnie e sono ancora qui a scrivere.( Fra l’altro io come tanti altri studenti non potrei mai permettermi un biglietto Ali Italia).
C’è un altro fattore importante da considerare ovvero la durata del volo.
I voli intercontinentali devono essere costosi a causa dell’estesa distanza, ma non è concepibile che un biglietto aereo Napoli-Roma con Ali Italia costi sui 200 euro…..
Purtroppo finchè la nostra compagnia di bandiera continuerà ad avere il monopolio quasi esclusivo sui voli che collegano la penisola, i turisti italiani continueranno a preferire le mete turistiche europee.
Sarebbe, invece, cosa giusta che l’Ali Italia dividessi voli italiani-europee e intercontinentali bilanciando i prezzi in base alla distanza della destinazione.
Ma come si dice? Finchè la barca va…

© Riproduzione Riservata