• Google+
  • Commenta
26 giugno 2009

C.N.U. 2009 – Calcio a 5

I Campionati Nazionali Universitari sono vere e proprie Olimpiadi, una festa di sport e colori. I Campionati Nazionali Universitari sono vere e proprie Olimpiadi, una festa di sport e colori.
Al termine delle fasi di qualificazione, le selezioni che giungono alle finali sono pronte a darsi battaglia, nel rispetto della lealtà e della correttezza, ideali questi insiti in ogni attività sportiva agonistica.
Selezionare i migliori atleti è uno dei compiti più importanti che ciascun CUS è chiamato a svolgere.
Individuati gli studenti più dotati, vengono allestite le selezioni. Sport di squadra o individuali, l’obiettivo è uno solo: conquistare una medaglia e un posto nella storia dello sport universitario.
Si chiude con un pareggio l’avventura della compagine Salernitana ai Campionati Nazionali Universitari di Lignano  Sabbiadoro. Nella prima sfida, giocata contro il Cus Pisa, i ragazzi del Cus Salerno non sono riusciti a imporsi su una formazione brava tatticamente ma non irresistibile. Le due squadre si sono studiate per i primi dieci minuti, anche se il Cus Salerno ha avuto diverse occasioni da rete ma non sfruttate a dovere.
 Successivamente la sconfitta col Cus Catania (partita in cui sono stati per lunga parte del match in vantaggio) i ragazzi hanno messo in campo anche l’orgoglio e portato a casa una pareggio. Qui il match è stato molto equilibrato; da un lato c’era la voglia di punti del Cus Salerno (ormai già fuori) e dall’altra la possibilità di passaggio del turno da parte del Cus Molise. Il risultato finale è stato di 1 a 1 con vantaggio dei campani e pareggio nei minuti finali della partita da parte del Molise. A livello di punti la spedizione non è stata sicuramente positiva, ma a livello di gioco la squadra ha incantato non poco. Miglino ha fatto spesso impazzire le difese avversarie realizzando 4 reti. Iannone è stato una sicurezza in difesa (si è sentita la sua mancanza nel primo match). Maresca ha contribuito dando velocità e dinamicità alla squadra che ha permesso di arginare spesso il centrocampo avversario, mentre Negri ha messo a disposizione di tutti la sua esperienza in questo sport. Poi bravi anche le seconde linee che, quando chiamati in causa, hanno sempre espresso  un buon gioco. Diciamo che la base per il prossimo anno è pronta, se questo gruppo si unisce ancora di più e limano quelle piccole lacune evidenziate in questo campionato (tra cui la tenuta atletica), allora possono dire la loro e magari, chissà, sognare anche qualche medaglia. Ad onor di cronaca i vincitori del torneo sono stati i ragazzi del Cus Molise.

Danilo Iammancino

Google+
© Riproduzione Riservata