• Google+
  • Commenta
25 maggio 2010

Il cinema di Marco Chiarini

Il cinema di Marco Chiarini è essenzialmente questo: Creatività, Indipendenza, Passione. Elementi vivissimi e palpabili presenti nella sua opera prima L’uomo fiammifero, film spiazzante e poetico fin dalle dinamiche della sua realizzazione. Prodotto con soli ventimila euro dal cineforum di Teramo è la prova delle infinite possibilità del cinema indipendente. L’autore, ex-allievo del Centro Sperimentale di Cinematografia, contribuisce direttamente alle spese di produzione grazie alla vendita delle tavole originali del libro che contiene i disegni e gli acquerelli del piccolo protagonista del film. Le tavole, (realizzate dallo stesso Chiarini) sono il primo elemento visivo fantasticamente dinamico e caratterizzante. Sono il manifesto introduttivo al particolare mondo che accoglie a braccia aperte la fantasia dello spettatore.

Il film racconta delle avventure di Simone, un bambino di 11 anni che vive con il padre in un assolato casolare nelle campagne teramane. Qui, nel caldo opprimente di un’estate lontana, la noia e la voglia di contraddire il burbero e feroce genitore, (interpretato da un sempre più bravo Francesco Pannofino) spingeranno il piccolo Simone alla ricerca del leggendario Uomo Fiammifero, introvabile personaggio notturno che spunta guardingo per accendere fuochi ed illuminare una ipotetica via d’azione. La ricerca è affiancata da alcuni amici molto particolari: giganti nani, gemelli a metà, fotofobici amici al buio, uno zio che parla solo grazie alla magia di un vecchio giradischi ed una ragazzina di nome Lorenza che più di tutti cercherà di aiutare Simone nella sua impresa. La costanza e l’impegno del protagonista non verranno scalfiti nemmeno dalle difficoltà della vita, nemmeno da una realtà cattiva che invade la policromia dei sogni fin quasi a distruggerli completamente.

Il messaggio finale, il risultato della tanto agognata ricerca dell’Uomo Fiammifero non è la scoperta di una verità su tutte, è la scoperta che la crescita e la fine delle illusioni non corrispondono sempre alla fine dei sogni. La contrapposizione tra le ansie pragmatiche del padre, impegnato con i problemi concreti del raccolto, dei conti da pagare, e la spontaneità di Simone, limpida come ogni avventura possibile e immaginabile è la contrapposizione su cui si basa l’intero film. E’ la dimostrazione che altri punti di vista non sono solo possibili ma evidentemente necessari per osservare e percepire la vita in modo diverso. La fantasia di Simone riesce a rendere realmente magico un mondo apparentemente squallido e superficiale. Grazie alla fantasia insomma si possono veramente, concretamente cambiare alcune cose che appartengono alla più tangibile realtà.

Grazie ad una fotografia impeccabile, agli effetti speciali figli di un animazione notevole, alla grande interpretazione degli attori e ad una produzione low-badget dal gradevolissimo sapore artigianale, Chiarini mette in scena un film che è una vera favola, un piccolo grande caso tutto italiano. Non so, come si è letto dalle pagine di alcuni quotidiani, se abbiamo a che fare con il nuovo Tim Burton. Di sicuro si tratta di un esperimento nato dalla profonda passione per il cinema. Un amore che va al di la di ogni difficoltà realizzativa, un amore che è stato in grado di creare nuove modalità di produzione e soprattutto distribuzione. E’ infatti uno dei primi film che può contare sulla social distribution, un sistema che permette allo spettatore di partecipare attivamente contribuendo alla diffusione della pellicola e prendendo parte agli incassi. Insomma lo dicevamo prima: Creatività, innovazione, passione. E non è poco…

Sito di riferimento del film: http://www.uomofiammifero.it/

Nicola Baccelliere

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy