Notte dei musei alla Sapienza Università degli Studi di Roma

Antonietta Amato 14 Maggio 2010

Quest’anno con una formula nuova e arricchita di iniziative alla Notte dei musei alla Sapienza, manifestazione giunta alla seconda edizione che vedrà Roma e le maggiori città europee coinvolte in una serie di appuntamenti ed eventi.

La Sapienza partecipa quest’anno con una formula nuova e arricchita di iniziative alla Notte dei Musei, manifestazione giunta alla seconda edizione che vedrà Roma e le maggiori città europee coinvolte in una serie di appuntamenti ed eventi.

Le attività all’Università si apriranno alle ore 19.00 nell’aula magna del Rettorato, con un concerto dell’orchestra universitaria MuSa.
Alle 21.45 presso l’aula Odeion del Museo dell’Arte classica, sarà presentato lo spettacolo teatrale Dio conta le lacrime delle donne, riscrittura delle Troiane di Euripide.

Per tutta la serata, fino alla mezzanotte, il Polo museale universitario proporrà al pubblico esperimenti, visite guidate, animazioni per i bambini, laboratori didattici, mostre, video e performance artistiche. All’iniziativa, promossa dal Comune di Roma, partecipano quest’anno nove musei: Antichità etrusche e italiche, Arte classica, Museo laboratorio d’arte contemporanea, Chimica, Geologia, Mineralogia, Origini, Paleontologia, Storia della medicina.

In vista della Notte dei musei la Sapienza ha organizzato un workshop in cui ciascun museo si presenterà con una lezione d’autore di un docente. L’iniziativa sarà aperta nella Gipsoteca di Lettere dal Rettore Luigi Frati con tre sessioni di approfondimento: l’uomo, l’ambiente e la salute.
L’evento continuerà anche nella giornata del 15 maggio e traghetterà gli interessati fin dentro la Notte.

Anna Schettino

© Riproduzione Riservata
avatar Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto