• Google+
  • Commenta
6 giugno 2010

Donne ed economia: Martedì 8 Giugno alla Sapienza Rivoluzione Womenomics!

Probabilmente nella società contemporanea non sono stati ancora pienamente assimilati gli enormi cambiamenti portati dalla rivoluzione culturale del Sessantotto. In particolare il ruolo e la figura della donna oggi sono ancora oggetto di ambiguità che non ne favoriscono, in molti casi, la piena affermazione nei diversi ambiti sociali.

E’ questo l’assunto di base da cui partono Avivah Wittenberg Cox e Alison Maitland nel loro libro Rivoluzione Womenomics , che sarà presentato Martedì 8 Giugno alle ore 17:30 nell’Aula Magna della facoltà di Economia, in via Castro Laurenziano 9. In particolare nel libro, divenuto nel giro di pochi mesi best-seller in tutto il mondo, le autrici si propongono di dimostrare che l’economia oggi non può fare a meno delle donne, vero grande motore di questo settore. Ciò che colpisce di questo best-seller è proprio il fatto che Wittenberg Cox e Maitland affrontano la questione delle pari opportunità spostando l’attenzione da un piano etico, nel quale la questione si è sempre mossa, ad un piano pratico, di necessità economica.

Il titolo del libro fa riferimento ad una nuova corrente economica, denominata Womenomics appunto, secondo la quale il lavoro delle donne è ciò che fa la vera differenza per le dinamiche di sviluppo di un paese. La teoria trova riscontro da più parti tanto che anche l’autorevole settimanale The Economist già nel 2006 sosteneva che “In paesi come il Giappone, la Germania e l’Italia, che sono tutti in difficoltà demografica, lavorano molte meno donne che in America, per non parlare della Svezia. Se la forza lavoro femminile arrivasse ai livelli americani, darebbe un potente spinta alla crescita economica di questi paesi.”

Secondo Wittenberg Cox “Le donne oggi costituiscono un immenso serbatoio di talento nel mondo del lavoro e rappresentano più della metà del mercato dei beni di consumo. Raggiungere le consumatrici e sviluppare il talento femminile è essenziale per far fronte alle sfide del ventunesimo secolo. Le donne sono portatrici di attitudini e capacità diverse, e costituiscono una gigantesca opportunità e favorirne l’ascesa alle posizioni di vertice è urgente per assicurare una crescita sostenibile dell’economia.”

Il libro ha ricevuto decisi apprezzamenti da autorevoli testate di tutto il mondo e con esso probabilmente le autrici hanno segnato un nuovo modo di approccio a questo tema. Come scrive Harvard Business Review, infatti, “Quel che colpisce in questo libro è soprattutto l’analisi degli errori delle imprese nella gestione della loro componente femminile: di qui possono partire le donne per migliorare la propria posizione nelle aziende”.

L’incontro vedrà presenti oltre alla coautrice Wittenberg Cox, anche Marina Brogi, docente di economia dei Mercati finanziari della Sapienza, Andrea Guerra, amministratore delegato Luxottica Group, Maria Pia Ammirati, vicedirettore di Rai 1, Maurizio Tamagnini, responsabile di Bank of America Merrill Lynch per l’area del Sud Europa, Monica Lucarelli, viceoresidente dell’Unione degli industriali e delle imprese di Roma e Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellisario.

Arturo Catenacci

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy