• Google+
  • Commenta
30 giugno 2010

Unisa: gli studenti di ingegneria si confrontano sulla protesta

Stamattina la tanto attesa assemblea degli studenti della facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Salerno che si è svolta presso l’aula delle lauree alle ore 10,00 e che ha visto partecipare un folto numero di studenti che nel complesso costituivano, però, solo una minima rappresentanza rispetto alla totalità degli attuali iscritti alla stessa facoltà. A “capitanare” l’assemblea Alfredo Galdieri, Presidente del Consiglio degli Studenti dell’Università di Salerno, insieme a Dario Palumbo, Presidente dell’Associazione Prima…Vera A.S.I e Domenico Santaniello, Presidente del Gruppo Zenit.

L’obiettivo dell’assemblea, oltre ad informare ulteriormente i “futuri ingegneri” in merito alle problematiche economiche e politiche sottese alla protesta del corpo docente, era quello di giungere ad un accordo e pervenire ad una decisione democratica e definitiva sul cosa fare e soprattutto su come farlo concretamente. Domani, infatti, gli studenti di ingegneria, stavolta insieme allo stesso corpo docente che ha dato il via al blocco della didattica fino al giorno 11 luglio, saranno nuovamente protagonisti in un nuovo ed ulteriore momento di discussione, confronto e decisione.

A tal proposito nasce l’assemblea svoltasi stamattina: dopo aver fatto il punto della situazione, dopo aver raccolto opinioni, idee, proposte, i rappresentanti degli stessi studenti hanno stilato un rapporto definitivo sull’incontro includendo una serie di proposte di azione da presentare domani ai loro docenti. Tanti gli studenti che si sono pronunciati dimostrando spesso cognizione di causa e la volontà di andare oltre l’interesse unico e personale, ma, molti sono stati anche quelli che hanno presenziato ed espresso la loro opinione per sottolineare esclusivamente il loro imminente problema di non potersi laureare o di non poter sostenere l’esame su cui si stavano già preparando.

Non sono mancate proposte di un certo spessore, tantomeno idee dalle tendenze hippy e forse surreali rispetto alla reale applicabilità delle stesse. Gli interrogativi portati sul tavolo della discussione sono stati in particolare: vogliamo davvero partecipare alla protesta affiancando i docenti? Siamo effettivamente in grado di porre in essere una protesta coesa e compatta? Chi siamo noi le vittime o i carnefici, dobbiamo cogliere nell’azione drastica dei docenti giustizia e unirci a loro o il loro è un agire che rema contro i nostri interessi?

Tra tanti pareri contrastanti è venuto chiaramente fuori il terrore per questa protesta e per il più imminente problema di non poter fare esami, ma, anche per il rischio della reale concretizzazione dei tagli alla ricerca secondo il decreto della legge n. 133 e per il pericolo cui va incontro la facoltà, a causa della riduzione dei fondi, di andare gradualmente “in rosso” e di conseguenza poter essere commissariata o peggio disattivata in toto nei prossimi anni.

Agli studenti è stata chiesta responsabilità, volontà, mobilitazione, ma, soprattutto coesione per scongiurare ogni forma di disinteresse, irresponsabilità, un generalizzato “lavarsene le mani”, omertà, un’inutile lotta studente/studente ma soprattutto per evitare un rischiosissimo “armiamoci e partite”! Soltanto domani sarà possibile sapere e conoscere quale sarà il programma operativo degli studenti di ingegneria che presentaranno la loro proposta di azione ai docenti in protesta. L’appuntamento, dunque, è per domani alle ore 11 presso l’aula H della stessa facoltà.

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy