• Google+
  • Commenta
29 luglio 2010

Nasce il ‘cemento mangiafumo’, l’asfalto che pulisce l’aria

Le superfici stradali possono fornire un grande contributo per la pulizia dell’aria: è quanto emerge dai risultati del primo test in assoluto su una strada del ‘cemento mangiafumo’. Secondo il professor Jos Brouwers, docente della Facoltà di Architettura, Costruzione e Pianificazione dell’Università di Eindhoven, questo tipo di materiale è in grado di ridurre la concentrazione di ossido di azoto dal 25 al 45 per cento.

I test si sono svolti presso il comune di Hengelo, dove è stata recentemente riasfaltata la sempre più congestionata Castorweg Road. Secondo il progetto, circa 1000 m2 di manto stradale sono stati ricoperti con un tipo di cemento in grado di ‘purificare’ l’aria, e, per supportare il confronto, un’altra area di 1000 m2 è stata coperta da asfalto normale.

La scorsa primavera, i ricercatori dell’Università Tecnologica di Eindhoven hanno effettuato tre misurazioni della purezza dell’aria sulla Castorweg Road, ad un’altezza di mezzo metro e di un metro e mezzo. Sull’area coperta dal ‘cemento mangiafumo’, il contenuto di ossido di azoto è stato più basso rispetto a quello rilevato sull’area di asfalto normale, con variazioni che vanno dal 25 al 45 per cento in meno. ‘Le proprietà purificatrici del nuovo tipo di manto stradale erano state già dimostrate in laboratorio, ma questi risultati dimostrano che esse valgono anche all’esterno’, ha dichiarato il professor Brouwers. Ed è anche convinto delle molteplici applicazione che questa scoperta può avere, soprattutto in quelle zone dove viene superata la concentrazione massima permessa di ossido di azoto.

Il prodotto: di cosa si tratta …

Il tipo di cemento usato nei test viene prodotto dall’azienda Struyk Verwo Infra, ed è già pronto per essere commercializzato. Secondo il professor Brouwers, esso può essere anche utilizzato per costruire muri ‘auto-pulenti’ ed ecologici. L’uso del ‘cemento mangiafumo’ non dovrebbe incidere in maniera considerevole sui costi normali di pavimentazione stradale. Anche se alcuni materiali specifici sono più costosi rispetto all’asfalto normale, i costi totali del lavoro dovrebbero aumentare soltanto del 10%.

… e come funziona

I gas di scarico dei veicoli rilasciano l’ossido di azoto, principale responsabile dell’inquinamento e delle piogge acide. Il ‘cemento mangiafumo’ contiene l’ossido di titanio, un elemento fotocatalitico che rimuove l’ossido di azoto dall’aria e lo trasforma, con l’aiuto della luce solare, in un innocuo nitrato, che verrà poi lavato via dalla pioggia. Ma ha anche un altro vantaggio: respinge la polvere e la muffa, restando quindi sempre pulito.

Rocco De Leo

Google+
© Riproduzione Riservata