• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2010

Campania 30 ottobre 2010: Manifestazione nazionale in difesa della scuola pubblica e per il diritto allo studio

Gli studenti campani scendono ancora in piazzaI movimenti studenteschi non si arrestano. Dopo i cortei che si sono svolti l’8 e il 16, gli studenti sono pronti ora a tornare in strada per far sentire ancora una volta la loro voce. La location stavolta è Napoli e l’appuntamento è per il 30 Ottobre in Piazza Mancini alle ore 14.30.

Come si può leggere dalle e-mail, che sono state inviate numerose tramite il social network Facebook da una delle promotrici del movimento studentesco “Unisa in Protesta”, Angie Avallone, l’obiettivo rimane lo stesso e lo si intende conseguire sempre più efficacemente, perché le idee si trasformino in risultati: “Di fronte allo smantellamento inaccettabile di tutto il sistema pubblico di istruzione, formazione e ricerca, la società civile non può restare inerte.
Mobilitiamoci tutti: docenti, personale ATA, studenti, genitori e cittadini, per reclamare una scuola pubblica, statale, laica, di massa e di qualità!
”.

Per chi fosse intenzionato a partecipare, il movimento studentesco ha pensato a tutto: per i partecipanti un servizio di pullman organizzati dalla FLC CGIL, mentre per chi preferisse muoversi in treno, si può arrivare a Napoli prendendo il treno delle 13.07 da Salerno. L’appuntamento per tutti è in piazza alle ore 14.00.

La manifestazione coinvolgerà diverse categorie sociali: precari, studenti medi e universitari e si spera, tutto il mondo della conoscenza! Fino ad ora qualche piccolo obiettivo è stato raggiungo: il DDL è stato sospeso fino a Dicembre. Questo potrebbe essere il chiaro segnale che qualcosa sta funzionando, che un messaggio chiaro sta arrivando, che forse c’è qualche speranza. Ed è per questo, che secondo le varie associazioni studentesche, ora più che mai, occorre fare un ultimo sforzo, occorre combattere, occorre restare uniti e compatti perché i risultati sperati arrivino veloci e in via definitiva.

In concomitanza, gli studenti delle associazioni di protesta sono entrati, inoltre, in contatto con alcune rappresentanze del movimento di lotta “antispazzatura” di Terzigno, cittadina del napoletano protagonista di manifestazioni di protesta contro il dissesto ambientale in cui la città versa. La cittadina è in lotta da giorni ed è protagonista di una situazione di mobilitazione totale per rivendicare il proprio diritto a una vita salubre e per impedire la costruzione di una discarica nel parco del Vesuvio. A tal proposito, Marco Giordano, portavoce di “Cacciatore Di Tagli All’istruzione”, altro gruppo facebookiano, ha proposto: “Penso sia nostro dovere appoggiarli! Le date importanti ora per loro sono proprio 30 e 31 Ottobre! Tra queste due giornate si pensava di portare anche un piccolo gruppo di studenti là in rappresentanza del fatto che anche noi siamo vicino al loro disagio! “Loro” saranno presenti in piazza a Napoli sabato pomeriggio al fianco di noi studenti!”.

Per chi desiderasse avere ulteriori informazioni e intendesse partecipare ai diversi appuntamenti può aderire ai gruppi Facebook, dove potrà interagire direttamente con i promotori delle manifestazioni:

Unisa in Protesta; MANIFESTAZIONE NAZIONALE in difesa della pubblica istruzione!!!!; Cacciatore Di Tagli All’istruzione

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy