• Google+
  • Commenta
29 novembre 2010

Il 25 novembre un gruppo di studenti ha ‘occupato’ simbolicamente il Colosseo.

Dopo aver manifestato per le strade del centro di Roma, aver urlato il proprio disaccordo contro il decreto Gelmini, un gruppo di circa 150 studenti, intorno all’ora di pranzo di giovedì 25 Novembre, ha ‘occupato’ simbolicamente il Colosseo.

«Abbiamo occupato il Colosseo» urlavano, «Roma libera»,mentre saltavano i tornelli ed entravano nell’Anfiteatro Flavio simbolo della città.

Gli studenti sono saliti fino al secondo anello,si sono poi affacciati ed hanno esposto striscioni con slogan del tipo ‘Nessun taglio, nessun profitto’ dando vita ad un corteo.

Dopo i cori e dopo aver srotolato gli striscioni, i ragazzi sono scesi pacificamente e hanno raggiunto la fermata del metrò che si trova proprio davanti al Colosseo per dirigersi verso l’Università La Sapienza.

L’occupazione è durata poco; prima di lasciare gli anelli e defluire verso l’esterno,però, hanno fatto una promessa: ‘Occuperemo il Vaticano’.

Gli studenti,inoltre,annunciarono una «pausa» per il fine settimana mentre avvertirono che, dal lunedì seguente avrebbero ricominciato a bloccare le università e sarebbero scesi in piazza.

Il Colosseo è un luogo simbolico del nostro patrimonio storico e culturale. Quindi lo è anche il gesto fatto per continuare a dire che la riforma non deve passare,avvenuto in maniera pacifica e civile che ha catturato sicuramente l’attenzione della città nonché l’approvazione di cittadini e turisti.


Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata