• Google+
  • Commenta
14 dicembre 2010

Lo sport assume e si moltiplicano i master in management sportivo

Dal mercato del lavoro sale la richiesta di manager sportivi e si moltiplicano i master di formazione nel settore. L’ultimo si terrà all’università romana di Tor VergataLo sport in Italia, è uno dei pochi settori in crescita costante e richiede continuamente nuovi professionisti in grado di combinare passione, conoscenze tecniche e manageriali utili allo sviluppo di questo business.

I numeri del mercato sportivo italiano parlano chiaro: 50 miliardi di euro di fatturato annuo, circa il 3% del PIL nazionale e una espansione annua del 10% a scapito di altri settori di mercato.

Non si tratta più dunque di un semplice passatempo né di un fenomeno unicamente agonistico. In molti paesi europei come Olanda, Gran Bretagna e Germania la professione del manager sportivo è ormai riconosciuta come indispensabile e, recentemente, si sta affermando anche nel nostro paese come una realtà non solo delle grandi organizzazioni ma anche di club minori, federazioni e associazioni sportive.

Se per il calcio l’organigramma è già da tempo complesso e dettagliato, il restante mondo sportivo italiano ha organigrammi ancora molto snelli con poche migliaia di dirigenti. Molte società hanno necessità di adeguare la gestione dei club alla crescita, questo comporta una grande richiesta di manager dello sport.

Uscendo dai club c’è tutto un pullulare di società che fanno sponsorizzazioni e organizzano eventi – spiega al Sole 24 Ore Antonio Marchesi docente di Management dello sport all’Università di Torino –e necessitano di interlocutori capaci di gestire le iniziative in collaborazione con i club. La figura che senza dubbio manca è il manager degli impianti sportivi. Molte società infatti li tengono aperti soltanto durante l’evento, dimenticando quale importante fonte di entrate potrebbero diventare facendone un luogo di svago e ricreazione con negozi, bar, ristoranti e centro sportivo aperto al pubblico anche prima e dopo l’evento“.

Oltre a settori in crescita come quello del rugby e del basket sono in aumento anche le richieste di manager interessati a lavorare in aziende private che si occupano della produzione, commercializzazione e della distribuzione di prodotti sportivi.

Negli ultimi dieci anni sono nati in Italia circa 150 master e vari corsi di laurea universitari per dare una solida formazione alla figura del manager sportivo.

I più importanti ed affermati sono senza dubbio i corsi di Laurea Specialistica in Management dello Sport dell’Università di Firenze e di Teramo, i corsi di laurea triennale in Management dello Sport e degli Eventi dell’Università di Bolzano e Torino.

Questi ed altri corsi sono stati affiancati da una ricca offerta di master organizzati da enti pubblici e privati. Si va dal master patrocinato dal Corriere dello Sport e dal Sole 24 Ore iniziato il 16 Novembre, a quello della Bocconi e dell’Università di Milano.

Fino al 22 Dicembre sarà possibile iscriversi al master in Sport Management dell’Università di Tor Vergata. Giunto ormai alla sua decima edizione, si tratta di uno dei corsi di specializzazione nel settore più longevi della storia universitaria italiana. Il Master avrà inizio a Gennaio 2011 con 1500 ore di lezione e sarà a numero chiuso con un massimo di 25 posti per garantire la qualità delle attività didattiche.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy