• Google+
  • Commenta
3 gennaio 2011

All’Unical “Percorso dei Sapori” e Musica dal vivo

In clima di tagli l’Università della Calabria non smentisce le sue politiche culturali e d’accoglienzaIn questi giorni i viali dell’Unical si animano di profumi e suoni di Festa, per far compagnia a tutti gli studenti stranieri, quelli che non hanno la possibilità di far ritorno nelle sedi rispettive di residenza, o semplicemente quelli che hanno voglia di condividere momenti di gioia con gli amici senza il peso ingombrante delle formalità, in virtù del proprio status di studenti Unical e del proprio desiderio di partecipare.
Il “Percorso dei Sapori” è stato allestito negli spazi antistanti l’Aula Magna con degustazione di piatti tipici, prodotti da forno, cucina casereccia, bibite a scelta in perfetto stile unconventional ma con un tocco di calore in più per onorare le feste. Ma non è finita. Si esibiranno gratuitamente nel piccolo anfiteatro aperto dell’Università giovani cover band – ieri cover dei Bee-Geese – così da mantenere il clima – discretamente freddo ma senza neve alle porte – il più gioioso e conviviale possibile.

Anche in un anno di tagli e di crisi come quello appena concluso l’Università non ha rinunciato ad offrire spazio e appoggio a questa iniziativa che si configura come parte integrante di un setting più ampio da sempre improntato all’accoglienza e al supporto delle attività parauniversitarie che favoriscono l’integrazione la coesione e la crescita socio-culturale in Ateneo, e che vedono in primo piano Associazioni culturali come il “filo di sofia” , il “filo rosso” la Rassegna di Spettacolo “Festivart”, la Rivista “il Sileno” e il mensile “Fatti al Cubo” Si tratta di realtà che l’Università ancora stabilmente riconosce ma alle quali sempre più difficilmente e con maggiore fatica vengono assegnati degli spazi, una sede, i necessari finanziamenti, dunque la possibilità di continuare ad operare per mantenere vivo con la propria attività trofica il tessuto sempre più assetato e dissestato di cui fanno parte. E’un intero Mondo Accademico quello che se ne giova, desideroso a tutt’oggi di respirare e aprirsi: alla politica, al dibattito, ai fermenti artistici, musicali, letterari, scientifici. Necessità assolutamente innegabili, alle quali l’Università ha il dovere di sopperire, in modo da non ridursi a parcheggio o esamificio come purtroppo progressivamente accade.

Ci auguriamo che quest’iniziativa – piccola ma, per chi nella città Universitaria vive, impagabilmente grande – possa essere un segno d’auspicio se non al miglioramento della situazione vigente almeno al mantenimento dello status quo, visto che nessuno di noi ha voglia di arrendersi all’evidenza politica della propria morte culturale e civile.
Dunque ringraziamo chi ha lavorato al freddo per allestire gli stand, chi ha offerto per quasi nulla la sua musica, confidando in una ricompensa più grande : quella di poter continuare.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy