• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2011

Gianni De Gregorio a Berlino

Lo avevamo lasciato sul red carpet veneziano, in compagnia delle amabili vecchiette di Pranzo di Ferragosto (vincitore del Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”), adesso lo ritroveremo alla Berlinale con un il suo nuovo film Gianni e le donne.

Gianni De Gregorio approda alla Sezione Speciale, proponendo quello che sarà il secondo lungometraggio italiano al Festival di Berlino, che si terrà dal 10 al 20 febbraio.

Distribuito dalla 01 Distribution, “Gianni e le donne” mette in scena, in modo del tutto sobrio e naturale, la vita di un uomo di mezza età, Gianni per l’appunto, un personaggio mite e pacifico.

Quest’uomo trascorre la sua giornata destreggiandosi fra le sue donne: la moglie, un’impegnatissima donna in carriera, la figlia, fidanzata con un poco di buono nullafacente, ed infine la mamma, una nobile decaduta ultranovantenne.

Le premesse sembrano ottime e, conoscendo lo stille registico molto personale di De Gregorio, forse andiamo incontro ad una seconda sorpresa, così come fu “Pranzo di Ferragosto”, opera così vicina alla vita quotidiana di tutti noi, da coglierne la poesia e la bellezza che, molto spesso, sfugge ai nostri occhi, sempre così assorbiti dalla superficialità dei nostri sguardi.

L’Italia sembra quindi avere una buona rappresentanza, quanto meno caratteristica, in territorio tedesco per l’imminente Festival di risonanza mondiale.

Serena Calabrese

Google+
© Riproduzione Riservata