• Google+
  • Commenta
11 gennaio 2011

Ricerca italiana? La migliore è quella pubblica

La ricerca è stata effettuata da un team di ricercatori e studiosi italiani che operano all’estero, riuniti nell’associazione “Virtual Italian Academy”. Secondo lo studio, il centro di ricerca che ospita i cervelli migliori è l’Alma Mater di Bologna, seguita dal Cnr e dalla Statale di Milano.Gli istituti presi in considerazione sono stati 50; tra questi, 11 sono quelli privati. La predominanza delle strutture pubbliche si può notare già analizzando le prime dieci posizioni della graduatoria: i primi sette posti sono rappresentati da istituti pubblici, mentre l’ottavo e il decimo, rispettivamente l’Ospedale San Raffaele e l’Istituto nazionale dei tumori, sono privati.

Il parametro fondamentale sul quale gli studiosi di Virtual Italian Academy si sono basati per stilare la loro classifica, è il numero di scoperte importanti fatte dai migliori ricercatori; in seguito, questi ultimi sono stati suddivisi in base al posto di lavoro, e dunque la graduatoria è stata redatta.

Limite della ricerca, è forse la sua poca esaustività; la graduatoria infatti è stata stilata tenendo in considerazione il numero di scoperte effettuate da ogni studioso, e il numero di volte in cui quella data scoperta è stata citata da altri colleghi. In questo modo sono stati privilegiati gli studiosi che possono già vantare una ricca carriera, rispetto alle menti più giovani.

Marilena Grattacaso

Google+
© Riproduzione Riservata