• Google+
  • Commenta
27 gennaio 2011

Tutele e Opportunità nel mondo del lavoro: e’ tempo di crisi?

Gli studenti incontrano il sindacato. Vertice all’Università di Cagliari.“L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”

Questo è il dettato che emerge dall’articolo 1 della nostra Costituzione. Parole semplici e precise che rendono evidente quanto il lavoro possa essere considerato come un pilastro inscindibile dal quale far erigere la costruzione della società.
L’attività lavorativa infatti, oltre a garantire la stabilità economica del soggetto e fare da traino per lo sviluppo del nostro Paese, serve per rafforzare la personalità del soggetto lavoratore che viene inserito in un circuito ben definito in modo da poter dialogare con il prossimo mettendo sul campo tutto il suo sapere tecnico e scientifico.

E’ lecito chiedersi porsi però un interrogativo che oggigiorno, sta diventando, sempre più pressante e che necessità di essere incanalato sui giusti binari per non creare allarmismi: Come si può parlare di opportunità nel mondo del lavoro se oggi dilaga la crisi?

Malcontento questo che genera dubbi e incertezze. Soprattutto per i giovani; loro che sono considerati a giusta ragione il perno sul quale fondare la società del futuro. Se non c’è certezza nel mondo del lavoro, come si può rispondere a questo grido d’allarme?

Domande queste tutte legittime e sacrosante. Spesso però quelle che mancano sono delle risposte soddisfacenti. Soluzioni che nella maggior parte dei casi soddisfano solo un ristretto numero di persone. Sembra paradossale parlare di crisi oggi, quando da poco è arrivato il 2000. Un secolo di svolta, di ricchezza, di benessere. Così era immaginato da tutti. Mi auguro sinceramente di sbagliare, ma credo che nel sentire un numero sufficiente di professionisti dal banchiere al professore, dal libero professionista all’impiegato, tutto questo benessere è rimasto quasi totalmente inespresso soprattutto se considerato all’interno del mondo del lavoro e degli affari.

Come tutti i problemi, anche le grandi depressioni economiche, devono avere una fine. Ed è questo che si auspicano i giovani. Complesso sano di ragazzi che sono desiderosi di mettere sul campo la loro perizia in diversi settori di studio. Giovani aperti al dialogo per la risoluzione di problemi che li riguarda da vicino.

Così può essere inserito una tavola rotonda che si è svolta lo scorso 20 Gennaio a Cagliari dal titolo “Tutele e Opportunità nel mondo del lavoro: e’ tempo di crisi? Gli studenti incontrano il sindacato”. Molto si è discusso e da quanto è emerso bisogna aspettarsi altre iniziative di tal genere.

“Siamo decisi a continuare nel nostro percorso. Vogliamo confrontarci anche con le istituzione per mettere in risalto un problema che per noi è diventato quotidiano”.
Così si è espresso uno dei rappresentanti dell’Associazione Universitaria Udu (Unione degli universitari) che prosegue ” Noi studenti vogliamo avere la possibilità di continuare i nostri studi anche dopo aver preso l’agognata laurea. Attualmente per essere immessi nel mondo del lavoro con una certa preparazione è necessario compiere ulteriori percorsi che non si fermano alla laurea. Allo stesso tempo però vogliamo che ci vengano garantite le condizioni e soprattutto le opportunità per poter lavorare in maniera efficace e dignitosa”.

“Mi sento vicina ai ragazzi. E’ normale che loro manifestino in maniera del tutto lecita e civile il loro malcontento. Anche e soprattutto l’Università deve essere in grado di rispondere in maniera soddisfacente alle richieste degli studenti. Dobbiamo dare credito al sapere dei ragazzi ed investire su di loro per avere qualcosa di stabile per un futuro prossimo”

Questo il commento della prof.ssa. Piera Loi (docente di diritto del lavoro presso la facoltà di Giurisprudenza del medesimo ateneo). Interrogativi questi ai quali ha cercato di rispondere il segretario generale Camera del lavoro di Cagliari dott. Nicola Marongiu il quale prima del suo intervento ha così dichiarato alla nostra testata: “La complessità del tema merita un analisi del tutto particolare. Stiamo lavorando per rendere sempre meno evidenti i problemi dei ragazzi per la ricerca del lavoro. Ci deve essere l’unione di tutte le componenti per rendere possibile tutto questo”.


Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy