• Google+
  • Commenta
28 febbraio 2011

Accordo di programma tra il Miur, la Campania e gli atenei della Regione

Un accordo di tutto rispetto è stato siglato ieri tra Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro. Si tratta di un accordo di programma con le sette università della regione Campania: Università degli studi di Napoli “Federico II”, Seconda Università degli studi di Napoli, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Università degli studi di Napoli “Parthenope”, Università degli studi di Salerno, Università degli studi del Sannio, Università degli studi Suor Orsola Benincasa.

L’obiettivo di questo accordo nasce dalla volontà di realizzare nel tempo un reale coordinamento tra gli atenei della Regione. In particolare, l’intento di questo possibile agire sinergico sarebbe quello di riuscire, nel migliore dei modi e nel più breve tempo possibile, ad avviare un processo di razionalizzazione dell’offerta formativa. Chiave d’azione è soprattutto l’offerta continua ed ulteriore di servizi maggiori e più efficienti agli studenti.

Il piano d’azione diventerà operativo per l’anno accademico 2011/2012 ed è previsto un programma che investirà circa cinque anni di attività. All’interno dell’accordo così siglato diversi obiettivi, dunque:

-* Riduzione del numero dei corsi di studio per evitare inutili sovrapposizioni;

-* Promozione di corsi di studio che prevedono l’interazione di più atenei, da attivare presso l’università (si fa riferimento in particolare a quelle a vocazione scientifica e didattica nel settore di riferimento);

-* Riduzione degli ambiti disciplinari in eccesso al fine di una specializzare l’offerta formativa di ciascuna sede;

-* Riordino dei dottorati di ricerca (con l’unione di più scuole di dottorato e la confluenza dei corsi presso un unico ateneo per una maggiore competitività dell’offerta anche a livello internazionale);

-*Creazione di una tessera regionale dello studente che renderà possibile l’accesso easy ai laboratori, alle biblioteche degli atenei e di pagare il pasto nelle mense universitarie.

-* Realizzazione di un sistema informativo unico dell’offerta formativa regionale (accessibile e completo);

-*Coordinamento tra le sedi per l’erogazione di servizi di biblioteca digitale;

-* Accesso per tutti gli studenti campani ai laboratori scientifici ed informatici (5.000 postazioni) del sistema universitario;

-*Riorganizzazione dei servizi di collegamento tra l’università e il mondo del lavoro;

Al vertice di questo inedito e ambizioso accordo sarà creato un Comitato composto dai Rettori di ciascuna facoltà, dall’Assessore all’Università e alla Ricerca della Regione e da un rappresentante degli studenti.

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy