• Google+
  • Commenta
8 febbraio 2011

Erzurum 2011: si conclude la XXV edizione delle Universiadi invernali

Sono finite le Universiadi invernali di Erzurum. La cerimonia di chiusura e gli ultimi risultati degli azzurri insieme ad un bilancio finale. Si è chiusa ieri sera la XXV edizione delle Universiadi Invernali di scena sulle nevi turche di Erzurum. La splendida cerimonia di chiusura dei giochi si è svolta nello stadio Cemal Gursel ed è stata trasmessa in diretta in 80 paesi di tutto il globo.

Alla cerimonia assieme agli spettatori ed agli atleti dei 58 paesi in gara, hanno partecipato grandi autorità come Faruk Ozak, capo del Comitato Organizzazione, Recep Akdag, ministro della salute, i ministri della cultura e del turismo, Akdag e Gunay, molti deputati ed infine una delegazione del FISU.

Proprio Ozak durante il discorso di chiusura si è detto soddsifatto per il riuscito svolgimento dei giochi ed il ruolo chiave di Erzurum affermando
Grazie a questa grande organizzazione la città Erzurum è diventata un centro del turismo invernale del mondo“.

Killian, presidente del FISU ha infine ringraziato il popolo turco, sottolineando come il sentimento di affettuosa ospitalità del popolazione sia stato un elemento imprescinibile nello svolgimento della manifestazione.

Ai discorsi di rito è seguito il delicato quanto suggestivo spettacolo del gruppo di danza Anadolu Atesi che ha affascinato il pubblico. Il tutto si è concluso con il simbolico passaggio di consegna della bandiera della FISU ai rappresentanti della Slovenia che ospiteranno la ventiseiesima edizione dei giochi invernali per universitari.

Per quanto riguarda i risultati dei nostri azzurri alle 6 medaglie (un argento, 4 bronzi ed un oro) conquistate si aggiunge l’argento di Lucia Mazzotti conquistato il 3 Febbraio nell’appuntamento con lo slalom gigante. Con il tempo di 1’53” 55 la Mazzotti ha guadagnato il secondo posto, alle spalle della statunitense Jennifer Vanwagner (a 0”29).

L’altra azzurra, Benedetta Cumani è arrivata quarta. Altri risultati degni di nota sono state le prestazioni nello sci di fondo di Alice Longo 18esima nella 15 km skating e di Mirco Bertolina, 21esimo.

I nostri azzurri erano partiti nel migliore dei modi con l’oro della Runggaldier senza purtroppo riuscire a collezionarne altri nel corso della manifestazione totalizzando 7 medaglie fra bronzi ed argenti. Un risultato più che dignitoso ma comunque perfettibile in futuro.

Adesso non ci resta che attendere i nostri atleti all’appuntamento del 2013 a Maribor, sperando di riuscire a risalire un medagliere guidato perennemente dalla Russia.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy