• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2011

Università di Urbino: Vincitori delle Olimpiadi delle lingue

Languages of Political Economy
Olimpiadi delle lingue

Olimpiadi delle lingue

Sabato 12 febbraio si è conclusa con grande successo la Prima Edizione delle Olimpiadi delle Lingue, promosse dalla Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino.

Hanno partecipato 82 studenti di 37 scuole precedentemente selezionate che concorrevano per le lingue Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo e Italiano per stranieri.

Si sono aggiudicati il primo premio assoluto, consistente in un assegno di studio di esenzione dal primo anno di contribuzione studentesca all’Università di Urbino: Camilo Vargas Corbelletta e Diego Basilico dell’Istituto “Zappa-Fermi” di Borgo Val di Taro rispettivamente per la lingua tedesca e per quella inglese, Andrea Elena Andrei del “Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Jesi per lo spagnolo, Simona Savarino del Liceo Classico “Morgagni” di Forlì per la lingua francese mentre Diana Brunchi del Liceo Scientifico “A.Righi” di Cesena ha primeggiato nell’Italiano per stranieri.

Vincitori delle Olimpiadi delle lingue all’Università di Urbino

L’evento è stato uno straordinario momento di incontro tra scuole superiori e Università, coronando una collaborazione che la Facoltà di Lingue promuove e sostiene da anni.

La bravura dei partecipanti è stata testimoniata dall’eccellenza delle loro prove e dall’ entusiasmo dei docenti accompagnatori che non hanno mancato di sottolineare la perfetta organizzazione, l’efficienza operativa e la serietà delle prove, tanto che sull’onda dell’entusiasmo si è richiesto unanimemente che l’evento possa ripetersi l’anno prossimo, creando a tale scopo un gruppo su Facebook per tenersi in contatto e sostenere l’iniziativa attraverso lo scambio di opinioni e proposte.

Ma la più grande fonte di soddisfazione per gli organizzatori è stata la conferma di poter contare su diversi partecipanti come prossimi iscritti all’Università di Urbino.

Google+
© Riproduzione Riservata