• Google+
  • Commenta
25 marzo 2011

“Lepidoptera”: il mondo delle farfalle all’Università di Salerno

La Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Ateneo salernitano ha presentato, il Museo “Lepidoptera”, ideato e realizzato da Antonio Festa.L’Università degli Studi di Salerno offre agli amanti delle farfalle e del mondo dei lepidotteri in generale un’occasione da non perdere. La Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Ateneo salernitano ha presentato, infatti, il Museo “Lepidoptera”, ideato e realizzato da Antonio Festa.

Dal 7 marzo al 2 aprile, presso la stecca 9 dell’Università di Salerno, sarà possibile visitare 76 metri lineari di esposizione di farfalle in teche e, allo stesso tempo, osservare da vicino gli esemplari vivi ospitati nella Butterfly house, allestita all’interno di una voliera di ben 35 metri quadrati.

Il Museo intende riprodurre, nelle sue aree espositive, anche gli habitat di provenienza delle varie specie di farfalle: i visitatori, dunque, potranno immergersi negli ambienti esotici e lussureggianti delle foreste tropicali di Asia, Africa e Centro – Sud America, nei quali sono stati inseriti gli esemplari di farfalle conservati in scatole entomologiche.

Tuttavia, il punto di forza del Museo “Lepidoptera” è sicuramente la Butterfly House, nella quale i visitatori avvertiranno un coinvolgimento sensoriale ed emotivo con il mondo delle farfalle. Si è voluto ricreare, infatti, un momento di incontro diretto con gli esemplari di svariate specie di farfalle: i visitatori potranno ammirarle dal vivo, seguendone il volo e i rituali, oppure mentre si posano leggere sui loro volti o sugli indumenti.

Tra gli straordinari esemplari presenti nella Butterfly House, vi sono l’Idea Leuconoe delle Filippine, chiamata anche “aquilone di carta” per la la leggiadria del suo volo, la Morpho Peleides del Costa Rica, dalle ali di uno sgargiante blu metallizzato, la Papilio palinurus, con meravigliose ali screziate di verde smeraldo e la Caligo eurilochus, detta anche “Farfalla – civetta” per via di due grossi occhi disegnati sulle ali che ricordano appunto quelli dell’uccello rapace.
I visitatori, inoltre, potranno toccare con mano esemplari vivi dell’Attacus atlas, la farfalla – cobra che, con i suoi 30 centimetri di apertura alare, è ritenuta la più grande farfalla esistente al mondo.

Alle scolaresche che visiteranno il Museo, sarà regalato un kit con uova di Bombyx mori, il baco da seta, con il quale si potranno realizzare esperienze didattiche di allevamento in classe.

Il Museo “Lepidoptera”, dunque, intende essere molto di più di una semplice mostra entomologica: l’obiettivo è quello di fornire ai visitatori un’esperienza educativa unica, che informi e appassioni attraverso la conoscenza diretta del mondo delle farfalle.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy