• Google+
  • Commenta
30 marzo 2011

Napoli: inaugurata la stazione metro Università

inaugurazione della nuova metro con fermata Università. Al suo interno i lavori del grande designer Karim RashidSabato 26 Marzo, alla presenza del sindaco Russo Iervolino, dell’ex governatore Bassolino e del candidato alle comunali Morcone, è stata inaugurata la stazione metropolitana Università di Napoli.

Il progetto è stato realizzato nell’ambito del programma Stazioni dell’Arte, che si poneva come obbiettivo quello di abbellire le stazioni matropolitane con sculture, mosaici e pannelli decorativi di noti artisti contemporanei.

La progettazione della stazione Università ha coinvolto grandi nomi dell’architettura, dell’arte e del design internazionale tra cui Karim Rashid, Nicola De Maria, Jannis Kounellis e Mimmo Paladino.

Proprio Rashid, celebre designer industriale canadese, ha partecipato alla realizzazione della nuova stazione Università, nella zona tra via Marina e corso Umberto I, tra le più centrali e frequentate (soprattutto da studenti e turisti) di Napoli. Lo scopo è stato quello di rendere arte e design accessibili a tutti perché inseriti nella di vita quotidiana.

La sua stazione è eclettica e piena di colori, il concetto è l’era digitale e allo stesso tempo l’informazione, la comunicazione tra le persone, insomma la società globale. Gli studenti adesso potranno giungere in piazza Bovio attraversando uno dei tratti più surreali ed artistici delle metro di tutto il pianeta. Un vera gioia per lo spirito e la mente.

Tra le panchine profilate, metafora dell’intersezione del dialogo, una struttura astratta riflette i nodi del cervello e le sinapsi al suo interno.

Scendendo al livello dei treni, si raggiunge, attraverso passaggi pedonali rivestiti di mattonelle sulle quali sono stampati i neologismi dell’ultimo secolo, mille parole create negli ultimi 50 anni, un ambiente intimo e concentrato, con una luminosità soffusa: le opere d’arte digitale invitano una personale interpretazione.

Grandi led luminosi faranno scorrere parole universalmente conosciute, legate alla conoscenza e alla multiculturalità tipiche dell’ambiente universitario.

L’attesa degli studenti, di turisti e cittadini sarà valorizzata dalla permanenza in un ambiente tranquillo, fantasioso e stimolante fino a giungere allo stato di riposo.

Uno stato di riposo che attirerà l’attenzione degli oltre 20.000 giovani che tutte le mattine percorreranno questo tratto della metro per recarsi all’ateneo napoletano. All’interno due grandi sculture: Synapsi e Ikon.

Un progetto nato da una società globale che si vuole raccontare in una gradevole autoreferenzialità che permetterà a Napoli di fare un passo in avanti verso la modernità e la consapevolezza della proprie enormi capacità.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy