• Google+
  • Commenta
9 marzo 2011

Transatlantic Degree Cinema and Language

Il giorno 7 marzo ha preso il via la prima edizione del progetto internazionale Transatlantic degree cinema and language (TDC&L), presso l’Università degli studi di Messina. Quest’iniziativa, di cui l’ateneo peloritano è cordinatore europeo, coinvolge anche altre università europee e americane, come l’Università di Cordova (Spagna) e la Virginia Commonwealth University di Richmond (USA) e vi prenderanno parte 48 studenti, di cui 12 italiani, 12 spagnoli e 24 statunitensi.

Il progetto, di cui il Professor Giuseppe Anastasi ne è coordinatore per l’Università di Messina, ha ricevuto i fondi direttamente dalla Commissione Europea, e consiste in un corso di laurea della durata di due anni, che permetterà, in particolare agli studenti messinesi che vi prenderanno parte, di ottenere diversi titoli di studio.

Fra questi si possono contare la Laurea Magistrale in Turismo e Spettacolo LM-65 / Scienze dello spettacolo: patrimoni, eventi, scritture, tecnologie rilasciato dall’Università degli Studi di Messina e il Masters in Interdisciplinary Studies (MIS) rilasciato dalla Virginia Commonwealth University e il Supplemento al Diploma europeo rilasciato dall’Università di Messina e dall’Università di Cordoba

L’offerta didattica prevede corsi di pre-orientamento e corsi avanzati di lingua italiana, spagnola e inglese. Inoltre si potranno frequentare corsi specifici di doppiaggio, storia del cinema, pedagogia interculturale arte e musica. In aggiunta, vi sarà anche l’opportunità di effettuare stage presso il Taormina Film Festival, durante la manifestazione internazionale TaoArte, presso la Filmoteca de Andalusia a Cordova e il French Film Festival a Richmond negli Stati Uniti, festival del cinema francese più importante al di fuori della Francia.

Il progetto ha avuto inizio con l’Atlantis World Day, un’incontro svoltosi presso l’aula Cannizzaro dell’Univesità degli studi di Messina, al quale hanno preso parte il rettore dell’ateneo, Professor Francesco Tommasello, il Professor Antonio Pennini, preside della facoltà di Scienze della Formazione, alcuni docenti italiani (Caterina Barillaro, Fabio Rossi e Dario Tommasello) e stranieri (l’americano Oliver Speck e la spagnola Ana Malendo).

Durante il convegno sono intervenuti anche il regista messinese Francesco Calogero (La gentilezza del tocco, Metronotte), il segretario del Comitato TaorminaArte, il Dottor Antonino Panzera, la Professoressa Marialuisa Tobar, la Dottoressa Patrizia Marcella Scalisi.

In definitiva, il progetto costituisce una ghiotta occasione per implementare l’integrazione dei tre sistemi universitari (italiano, spagnolo, americano) ed anche per promuovere la cooperazione strutturata, migliorare l’offerta formativa e contribuire all’arricchimento reciproco delle risorse umane tramite l’esperienza internazionale.

Francesco Tamburrino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy