• Google+
  • Commenta
16 Maggio 2011

Dalla fiducia nei mercanti, alla sfiducia nel mercato. Problematiche giuridiche affrontate all’Università di Salerno.

La lex mercatoria, può essere tranquillamente definita, anche dai più scettici, come parte attiva della vita di ogni essere umano. Proprio cosi, perchè, dagli scambi più elementari e meno costosi, si evidenzia l’attitudine del singolo a porre relazioni anche e soprattutto di carattere economico con il prossimo.

Si è passati da quello che in epoche passate era definito “il baratto” per arrivare a forme nuove più tecnologiche, più snelle ed efficaci di scambi economici che hanno come fine comune la presenza costante del soggetto compratore all’interno del vortice del mercato.

Il mercato è composto da uomini; tutte persone che dimostrano la loro capacità di vendere qualcosa al prossimo per ricavare utili sempre maggiori.
C’è interesse a finalizzare in maniera positiva qualsiasi tipo di azione che viene iniziata e proseguita nel mercato.

Spesso si è soliti sostenere che colui che gravita intorno ai cordoni della borsa si fa portavoce delle necessità e dei problemi di un numero -purtroppo – sempre maggiore di utenti.

E’ la fiducia presso il venditore che è necessaria per conferire al singolo il mandato di agire per la tutela del prossimo.

Oggigiorno, però, date le diverse dinamiche che possono scaturire da una semplice azione posta in essere nel mercato, si assiste alla sfiducia del popolo nei confronti dei diversi operatori- mercanti che portano avanti questa loro lavoro.

Di queste e altre problematiche attinenti alla difficoltà di reperire moneta contenta da re-investire sul mercato, cosi come della sfiducia della persona-media a queste operazioni di alta finanza, si è discusso lo scorso 13 maggio all’Università degli studi di Salerno.

Tra i banchi dell’ateneo salernitano, infatti si è svolta una conferenza di stretta attinenza giuridico-commerciale dal titolo “Dalla fiducia nei mercanti, alla sfiducia nel mercato“.

Fautore di questo incontro è stato il prof Giuseppe Fauceglia – ordinario di diritto commerciale presso il medesimo ateneo – il quale ha così esordito:

Tutte le problematiche che attengono al benessere economico del singolo e della collettività, meritano di essere analizzate in maniera dettagliata. Questo incontro presenta profili strettamente attuali che tutti dovrebbero conoscere.
Il mercato è un luogo aperto a tutti gli operatori. Credo però che sia necessario che tutti debbano conoscere le diverse dinamiche e problematiche che in esso possono presentarsi. E’ soprattutto grazie alla conoscenza degli investitori che si possono e si potranno anche in futuro raggiungere risultati soddisfacenti, superando questo periodo di squilibrio economico
“.

A parlare alla platea è intervenuto anche il prof Giovanni Capo anch’egli docente di diritto fallimentare all’Università di Salerno.

” E’ grazie a questi incontri di studio che lo studente può rendersi conto della grandezza che può essere attribuita al mercato. Avere conoscenze specifiche in questo campo serve soprattutto per poter compiere delle scelte vincenti in questo campo si spera in un tempo a noi non troppo lontano”.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata