• Google+
  • Commenta
13 Maggio 2011

Iride insolti sguardi sul mondo: giovani studenti promuovono lo sviluppo sostenibile e solidale

Quando la volontà di dare un contributo per migliorare la propria terra si unisce alla capacità di mettere a frutto le esperienze maturate durante il percorso universitario, di vita, sociale, nascono progetti come Iride-insoliti sguardi sul mondo.
Iride è un’associazione costituita da giovani laureandi in Discipline economiche e sociali presso l’ Università della Calabria uniti dalla volontà di creare in collaborazione con la società civile, e altre organizzazioni no profit, modelli di sviluppo economico solidale, con particolare attenzione alle tematiche ambientali.

Alla base dell’azione dei volenterosi membri dell’associazione, vi sono valori innovativi e moderni. La solidarietà, la cooperazione, la trasparenza, la condivisione dei saperi, la pluralità dell’informazione, sono le colonne portanti, le fondamenta di un sogno tradotto in fatti.
Iride si muove lungo diverse direttrici: da una parte la volontà di valorizzare le risorse di un territorio come quello calabrese, ricco e poco sfruttato e preda di forze negative che gradualmente lo stanno distruggendo.

Si intende dimostrare che Calabria non è solo abusivismo, mafia, distruzione ma anche bellezza ambientale e sociale. Il secondo asse portante invece, racchiude il nocciolo , il cuore pulsante delle attività promosse dai soci. L’ obiettivo primario è quello di promuovere iniziative nel campo dell’economia solidale, dello sviluppo rurale sostenibile, dell’ambiente.

Inoltre si punta a realizzare un percorso di sviluppo e cooperazione internazionale che porti ad una maturazione della responsabilità civile e del concetto di cittadinanza mondiale. Il percorso di Iiride, inoltre ha come bussola, come punto di riferimento la salvaguardia delle tradizioni e dei saperi locali, in maniera tale da arrivare ad un modello di co-sviluppo che porti all’inclusione sociale.

Attraverso gli interventi messi in campo, si vuole sensibilizzare l’ opinione pubblica e far maturare nella popolazione un maggiore consapevolezza dei propri diritti culturali. Tale associazione di promozione sociale, inoltre opera nel campo informatico favorendo la diffusione e l’ utilizzo di software liberi e privilegiando il trashware.

Diverse, le concrete attività a cui alcuni componenti dell’associazione hanno preso parte e parteciperanno.
Tra le quali spicca la partecipazione alla quarta festa del pane di Altomonte, in cui hanno dato vita, i soci, all’iniziativa “Per un pozzo di pane” che ha contribuito alla riparazione di un pozzo a Djimini, un villaggio a sud del Senegal.

Quest’anno, invece, si realizzerà una raccolta di fondi volta a finanziare il progetto “Mboloo mooy dole- (l’ unione fa la forza). Fondi, destinati al Senegal, e i ragazzi di Iride si inseriscono in un percorso avviato dall’associazione Sunugal nel villaggio di Beude Dieng, zona settentrionale del Senegal.
L’ obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita delle popolazioni locali attraverso l’ inserimento lavorativo nel settore dell’allevamento di polli e bovini, di dieci ragazzi che integreranno le attività agricole della regione.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata