• Google+
  • Commenta
2 Maggio 2011

Napoli, rissa tra universitari

Lo scontro è avvenuto a via Porta di Massa, presso la facoltà di lettere e filosofia della Federico II di Napoli. I protagonisti sono alcuni studenti appartenenti ai collettivi studenteschi di sinistra e altri a Casa Pound Italia.I ragazzi hanno riportato ferite più o meno gravi, soprattutto per lesioni da arma da taglio alle gambe, alle braccia e alla testa. I motivi che hanno portato allo scontro sono ancora avvolti nella nebbia; i quattro ragazzi feriti, interrogati presso gli uffici della Questura di Napoli, hanno riportato testimonianze differenti, ognuna ovviamente a propria discolpa.

Uno di loro, Enrico Tarantino, candidato alla municipalità Stella-San Carlo Arena della lista di centrodestra e finito i giorni scorsi sotto i riflettori per aver pubblicamente festeggiato il compleanno di Hitler sul proprio profilo facebook, ha sostenuto di essere stato improvvisamente circondato da una quindicina di persone munite di mazza, che lo hanno picchiato.

Gli studenti appartenenti ai collettivi invece hanno dichiarato che la rissa era partita da alcuni esponenti di Casa Pound, mentre alcuni dei ragazzi di sinistra cancellavano delle svastiche disegnate da ignoti sulle mura dell’ateneo.

Quello che sorprende, più dello scontro in sé, è l’aggressività che ne è scaturita. Nell’ambiente universitario, il dibattito tra persone che hanno opinioni differenti, anche opposte, dovrebbe essere uno stimolo a confrontarsi, a maturare, ad accogliere punti di vista differenti e a farne tesoro per la propria crescita personale. Non dovrebbe finire in ospedale, con venticinque punti alla testa.

Marilena Grattacaso

Google+
© Riproduzione Riservata