• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2011

Università di Siena : Scuola Toscana di Odontoiatria

Un polo didattico, scientifico e assistenziale di eccellenza, grazie alla complementarietà dei reparti di Siena e di Firenze, che anticipa sul piano organizzativo il modello universitario del futuro. E’ la Scuola Toscana di Odontoiatria, nata nel 2010 dalla collaborazione tra le Università di Firenze e Siena, che si pone ora all’avanguardia in Italia, grazie a un assetto organizzativo che ha destato interesse sul piano nazionale, posizionandosi al terzo posto per numero di studenti e docenti, dopo le scuole/facoltà dell’Università la Sapienza di Roma e dell’Università Statale di Milano.
La Scuola Toscana di Odontoiatria è nata dalla progettualità sinergica dei Presidi delle Facoltà di Medicina e Chirurugia, Gianfranco Gensini e Gian Maria Rossolini, e dei Presidenti del Corso di Laurea, professor Marco Ferrari e professoressa Gabriella Pagavino.
Dal punto di vista didattico, la Scuola Toscana di Odontoiatria è già riuscita a realizzare corsi di studio per i tre livelli di formazione universitaria: lauree triennali, lauree magistrali, dottorato di ricerca, scuole di specializzazione, e rilascia un titolo di studio congiunto Università di Firenze e Università di Siena.
“La Scuola di odontoiatria – sottolinea il rettore dell’Università di Siena, Angelo Riccaboni – mette in pratica positivamente il modello di organizzazione su base regionale toscana, al quale stiamo lavorando, integrandosi con le nuove disposizioni normative nazionali. L’utilizzazione in rete delle risorse favorisce la qualità della didattica e della ricerca”.
Il concetto su cui si basa la scuola è la messa in comune di competenze e risorse, a vantaggio degli studenti che, una volta iscritti nella sede di Siena o Firenze, compiono il loro percorso di studi nella sede stessa, potendo contare però sulle lezioni e sull’esperienza di ricerca di docenti provenienti anche dalle Università partner. “La Scuola Toscana di Odontoiatria – afferma il professor Marco Ferrari, presidente della scuola – è stata la prima in Italia a offrire anche la laurea magistrale interateneo, anticipando il nuovo assetto universitario delineato dall’art.3 della legge Gelmini, grazie a questa cooperazione a livello regionale. Il nostro obiettivo, in parte già raggiunto, è il consolidamento di un polo toscano nell’odontoiatria, dal punto di vista didattico e scientifico, capace di essere all’avanguardia a livello nazionale, anche per le opportunità nei confronti dei giovani che decidono di incamminarsi verso questo tipo di studi. Una struttura del genere ha in sé tutte le caratteristiche non solo per offrire un’ottima formazione, ma anche per motivare gli studenti, che, fatto fondamentale per quanto riguarda la laurea magistrale in Odontoiatria e protesi dentaria e di Igiene dentale, hanno da noi la possibilità di
apprendere sul campo, essendo all’ultimo anno di corso ampiamente coinvolti nei reparti, per attività di assistenza”.
La Scuola Toscana di Odontoiatria non è però solo laurea magistrale. Al suo interno, infatti, sono attivi anche il corso di laurea triennale in Igiene dentale, due scuole di specializzazione e vari corsi per il titolo di master, oltre a un dottorato di ricerca. La Scuola Toscana di Odontoiatria ha recentemente organizzato tra Firenze e Siena il congresso nazionale dei docenti di odontoiatria, che ha visto la presenza di oltre 2 mila partecipanti. “E’ stato un modo anche per testimoniare la nascita della scuola e la collaborazione delle due sedi, con una bellissima inaugurazione a Firenze del Congresso nella sala dei 500 di Palazzo Vecchio alla presenza delle più alte autorità accademiche nazionali e regionali e le sessioni scientifiche presso il Policlinico Le Scotte di Siena – ha concluso il professor Ferrari – con il confronto di tutte le scuole odontoiatriche nazionali. Una dimostrazione che l’osmosi tra le diverse competenze presenti in ciascuna delle due sedi universitarie, Firenze e Siena, può ben funzionare”.

Google+
© Riproduzione Riservata