• Google+
  • Commenta
18 giugno 2011

Ca foscari guarda verso est tra musica tzigana e parole

L’appuntamento è per le ore 17.30 di lunedì 20 giugno nel cortile piccolo dell’ateneo tra riflessioni e suoni

A Ca’ Foscari musica e parole che guardano all’Europa dell’Est. Si terrà lunedì 20 giugno alle ore 17.30 nel cortile di Ca’ Foscari un incontro con il giornalista e scrittore Maurizio Crema che presentando il suo libro “A Est del NordEst” (ediciclo editore) offrirà l’occasione per parlare dei paesi toccati nel suo viaggio in Romania e Moldavia partendo da Venezia e passando dai Balcani alla ricerca di una storia perduta.

L’autore di ‘Viaggio ai confini dell’Occidente’ e ‘Sulle ali del leone’ riparte, stavolta a bordo della sua vecchia spider e diretto verso Est. Ripercorrendo i sentieri battuti da badanti e zingari e scrollandosi di dosso polvere e pregiudizi scoprirà una terra ancora autentica, dov’è possibile intravedere il nostalgico scorcio di un’Italia passata” si legge nella presentazione del suo romanzo.
Tremila chilometri raccontati nel cortile di Ca’ Foscari attraverso le letture dell’autore e i ritmi blues e tzigani di Francesco Boldini e Sandro Caparelli. Chitarra e contrabbasso per assaporare anche nei suoi le atmosfere di luoghi e culture attraversate dall’autore nel suo percorso verso Est.

Un viaggio in Romania e Moldavia che si ricollega al tempo perduto dell’Italia degli anni ’60, del Sorpasso, del Nordest, del 1989. Un viaggio alla ricerca di una storia perduta – la nostra e la loro – per fare breccia anche su pregiudizi e ignoranza. La Romania dove il lavoro è rinato grazie agli investimenti delle aziende del Nordest e poi è crollato per la concorrenza con la Cina; la terra promessa dei sessantenni italiani che cercano turismo sessuale e vivono di agi, con la pensione italiana; la terra dello scrittore Esterhazy, che ricorda le persecuzioni degli ungheresi; la Bucovina fertile e rigogliosa, che regala un tuffo negli anni Sessanta, ma dove pochi anni fa è stata crocefissa una suora; la leggendaria Transilvania, patria del principe impalatore Dracula, terrore dei Turchi e poi trasformatosi nel mitico Conte vampiro…” è la sintesi del romanzo che si legge nella presentazione del libro.

Maurizio Crema racconta tutto questo e altro ancora in un caleidoscopio di storie che si raccolgono solo viaggiando ad altezza uomo, in mezzo alla gente, fuori dai circuiti del turismo e dalla miopia della cultura di massa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy