• Google+
  • Commenta
30 giugno 2011

MBA: lavorare nel mondo

La Bradford University School of Management in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia per un progetto di specializzazione Al venticinquesimo posto nella classifica del financial times tra le scuole di specializzazione si classifica la Bradford University School of Management, che in questi giorni sta attuando una strategica nonché utile collaborazione con l’università degli studi di Perugia per un progetto che avrà inizio il prossimo settembre.

Il made in Italy domina il mercato con aziende che esportano in tutto il mondo dimostrando come il settore manufatturiero sia uno dei più produttivi con un valore di circa 25 milioni di euro tra prodotti chimici, macchine e settore tessile rendendo l’Italia paese leader nei processi produttivi e tecnologici.

Da questa spinta parte il nuovo progetto congiunto MBA che mira all’apprendimento di logiche organizzative per gli studenti che intendono combinare management e business ad insegnamenti di carattere tecnico il tutto in un unico ambizioso progetto che mira a colmare alcune lacune del mercato italiano per puntare ad un maggiore prestigio internazionale ed una più ampia visibilità.

I posti a disposizione sono in tutto 50 per l’MBA full time, al termine del percorso, che si terrà in lingua inglese, tutti gli studenti avranno la possibilità di stage in azienda con un’un impresa nazionale con possibilità di visita all’ateneo inglese. Il programma dell’MBA offerto dalla Bradford è condiviso dalle università di tutto il mondo in modo da offrire agli studenti moduli di vari paesi al fine di creare una formazione globale.

Valentina Quaranta

Google+
© Riproduzione Riservata