• Google+
  • Commenta
27 giugno 2011

Qualità della vita a Roma

Studi recentemente effettuati dal Laboratorio di sviluppo locale ed economia sociale dell’Università Roma Tre hanno rivelato quali zone della Capitale sono più vivibili rispetto ad altre. La ricerca, coordinata dal professor Pasquale De Muro, ha svelato che i quartieri dove è consigliato risiedere sono quelli del municipio I (Centro Storico), XII (EUR), III (Nomentano – San Lorenzo), II (Parioli), e XVII (Prati).

Le migliaia di dati raccolti hanno quindi decretato che la qualità della vita a Roma è migliore all’interno delle Mura Aureliane, cosa difficile a credersi data la nube di smog giornaliera causata dal traffico selvaggio che continuamente tormenta le strade del Centro, anche a ridosso dei più celebri monumenti della città che tutto il mondo ci invidia (il Colosseo continua ad essere una rotatoria annerita) e che stanno letteralmente cadendo a pezzi proprio grazie ai fumi provenienti dai tubi di scappamento delle automobili, altamente corrosivi.

Per quanto riguarda la viabilità il I municipio si lascia superare da quelli periferici in cui comunque la situazione è ad oggi molto critica. Prendiamo l’EUR ad esempio, dove, scongiurato definitivamente il pericolo di un circuito di Formula 1 tra gli edifici razionalisti, rimane comunque la minaccia costante di un blocco totale del traffico portato dalla conclusione dei lavori per la costruzione del nuovo centro congressi, la mastodontica Nuvola di Fuksas, che forse solo il tanto promesso, quanto lontano, interramento della via Cristoforo Colombo potrà evitare.

Il quartiere, di fatto, è una massa indistinta di uffici posti l’uno accanto all’altro, e quello che una volta era un polmone verde e ordinato ora si è trasformato irrimediabilmente in un parcheggio a perdita d’occhio di cui i clacson e l’inquinamento sono una triste caratteristica.

Osservando il degrado delle strade dell’EUR (marciapiedi rotti, prati ridotti a terriccio e sporcizia dilagante), è difficile pensare che verranno presi a breve provvedimenti per migliorare la viabilità e la qualità della vita dei cittadini.

All’ultimo posto della classifica stilata da Roma Tre si colloca Tor Bella Monaca (VIII municipio), preceduto dal VII municipio (Centocelle) e dal Pigneto (VI municipio) che condividono le stesse problematiche di viabilità. E se poi un altro dato rivela che nel II municipio vive il più alto numero di persone laureate (circa il 37% della popolazione) c’è poco da consolarsi.

Quando un giorno, invece di costruire nuovi parcheggi sotterranei a più piani di cui andare fieri, si cominceranno a promuovere i mezzi pubblici e alternative valide all’automobile, forse ci avvicineremo di un poco a capitali europee quali Parigi, Londra e Madrid, metropoli fantascientifiche in confronto a Roma, che hanno risolto il problema della viabilità da decenni.

La ricerca effettuata da Roma Tre può essere un’occasione valida per ridestare la coscienza dei tanti cittadini della Capitale, che hanno il diritto di vivere in una città all’altezza del nome che porta.

Un ultimo appello va al sindaco Gianni Alemanno, affinché, invece di inaugurare statue di dubbio gusto estetico davanti la stazione Termini (tra l’altro non richieste dai cittadini), si impegni a far fronte alle reali problematiche della città, che non sono poche. Basterebbe cominciare ad illuminare le strade e a renderle più sicure. Sarebbe un grande passo in avanti.

Gabriele di Grazia

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy