• Google+
  • Commenta
29 giugno 2011

Unical: Immigrazione e Integrazione

La Calabria da tempo, come varie aree del paese, è interessata da costanti flussi migratori. Cosenza è una delle città con più alta concentrazione di immigrati della Regione.

Grazie alla presenza dell’Università e all’istituzione di programmi Erasmus, l’ateneo registra un aumento costante di studenti stranieri che studiano e investono le loro risorse nel nostro paese, stanziandosi e lavorando In Italia.

Numerosi infatti gli studenti provenienti da molte aree del globo che trascorrono un periodo di studi non inferiori ai sei mesi in Calabria. Numerosi, sopratutto nella facoltà di lingue, i professori e i ricercatori provenienti da diverse nazioni europee ed extraeuropee.

Per le ragioni appena citate è stato necessario dunque creare un ente intermedio in grado di gestire i rapporti tra istituzioni, mondo del lavoro, società italiana e immigrati. A seguito di tale esigenza la Questura di Cosenza ha riaperto lo sportello dell’Ufficio Immigrazioni dedicato in particolare a studenti e ricercatori che operano all’interno dell’Ateneo.

Diversi i servizi offerti: si va dal rilascio dei permessi di soggiorno a quello della carta di soggiorno per cittadini comunitari oltre alla possibilità di chiedere informazioni sulla procedura da seguire in tema di ricongiungimento familiare. Lo sportello, sarà aperto ogni Giovedì presso il centro Residenziale del Campus a partire dal prossimo 30 Giugno dalle 9:00 alle ore 13:00.

Un ulteriore passo dunque verso il processo di integrazione, passaggio fondamentale che assieme al rispetto delle leggi dello stato potrà garantire la pacifica convivenza tra popolazione italiana e stranieri.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata