• Google+
  • Commenta
19 luglio 2011

Uniss, il rettore incontra l’ANA

Il rettore Attilio Mastino ha incontrato ieri (lunedì 18 luglio) una delegazione del direttivo regionale dell’Associazione nazionale archeologi (Ana). Un’associazione professionale che intende riunire e rappresentare gli archeologi operanti in Italia e tutelare gli interessi della categoria e che conta circa 150 iscritti.

Nel corso dell’incontro Giuseppina Manca di Mores, presidente dell’Ana Sardegna, ha esposto al rettore, che è anche docente di Storia romana e direttore della missione archeologica italiana in Tunisia nella colonia romana di Uchi Maius, alcuni punti sui quali l’associazione intende confrontarsi con l’Università. Tra questi l’Ana ha proposto il rilascio di attestati ufficiali per i rapporti di collaborazione post lauream con l’Università che valgano a tutti gli effetti come attività lavorativa, utili per fini concorsuali. L’associazione ha inoltre richiesto la realizzazione di corsi di aggiornamento professionale convenzionati e la redazione della documentazione di verifica archeologica preventiva per la realizzazione di opere pubbliche e riservata a soggetti in possesso di titoli specifici rilasciati dall’Università.

“Come dimostra anche il nuovo Statuto – ha spiegato il rettore Mastino – l’Università di Sassari è sensibile alle problematiche dei precari e si impegna per il rispetto e la tutela dei loro diritti. L’Ateneo è aperto al confronto con l’Ana Sardegna e vuole continuare a collaborare questa associazione professionale, come abbiamo già fatto in occasione del XIX Convegno internazionale di studi L’Africa romana che si è svolto nello scorso mese di dicembre proprio a Sassari”.

L’Ana Sardegna ha inoltre manifestato la rettore l’intenzione di collaborare con le istituzioni e gli enti locali per dare il proprio contributo al miglioramento dell’attività archeologica isolana nel campo del lavoro e della formazione.
L’ANA si propone di ottenere finalmente in Italia il riconoscimento e la regolamentazione della professione per le migliaia di archeologi che ogni giorno operano nel nostro Paese per la ricerca, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico italiano.

L’ANA nasce nel 2005 da un gruppo di archeologi provenienti da ogni parte d’Italia ed è presente dal nord al sud della penisola con sezioni e comitati regionali. Esiste in Sardegna dal 2008, quando si costituì nell’isola un comitato; dopo due anni di attività, nel 2010, il comitato riunito in assemblea regionale a Oristano si è evoluto diventando sezione (grazie all’alto numero di iscritti, oltre cento) ed ha eletto in quella occasione il proprio direttivo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy