• Google+
  • Commenta
31 luglio 2011

Università del Salento: scontro tra Laforgia e i sindacati.

La redazione di nuovi statuti conformi alle ultime riforme da parte delle università di tutta Italia ha fatto emergere, in vari atenei della penisola, polemiche circa la “democraticità” delle commissioni a cui è affidato il compito di redigere questi nuovi statuti: quasi dappertutto la componente studentesca, quella del personale tecnico-amministrativo e il mondo dei ricercatori precari lamentano la loro esclusione da decisioni così importanti per le università. Insomma, si avvertono malumori un po’ ovunque.

Ma i malumori presenti in quasi tutti gli atenei sono niente rispetto alla tensione che si respira all’interno dell’Università del Salento. In particolare, è in atto un durissimo scontro tra il rettore Laforgia (il cui mandato, in scadenza, era stato prorogato dal ministro Gelmini), il Consiglio degli Studenti e le consulte del Personale Tecnico – Amministrativo e del Comitato Pari Opportunità.

I motivi della diatriba sono riportati in un documento redatto e diffuso da alcune sigle sindacali, le quali lamentano l’autoritarismo e l’antidemocraticità del prof. Laforgia.

Cos’è successo in particolare? Il nuovo statuto dell’Università del Salento, già approvato e ora sottoposto al vaglio del ministero, è stato in pratica redatto e ratificato solo da Rettore e Senato Accademico, senza che venisse acquisito il parere favorevole a maggioranza assoluta del Consiglio d’Amministrazione, cosa fondamentale, secondo la legge, per l’approvazione del nuovo statuto.

Inoltre questa bozza viene considerata dai sindacati fortemente autoritaria, in quanto, come leggiamo nel documento diffuso dagli stessi sindacati, “… emargina il personale T/A, gli studenti, i lettori ed i precari, e non prevede istituti di partecipazione democratica; accentra tutti i poteri nelle mani del Rettore; potrebbe creare conflitti fra i docenti dello stesso Settore Scientifico Disciplinare; rischia di limitare la ricerca dal punto di vista della multidisciplinarietà; crea conflitti di competenze e confusione; sconfina su materie non di competenza – come l’istituzione di nuove figure professionali, quella del Manager didattico, non previste dall’Ordinamento”.

Tra l’altro i sindacati denunciano come la bozza del nuovo statuto non solo non sia passata sotto l’approvazione reale del CdA, ma sia stata approvata anche in Senato da una maggioranza risicatissima e bocciata dalle altre componenti del mondo accademico, ovvero studenti, personale tecnico-amministrativo, ecc.

E il prof. Laforgia cosa risponde a queste accuse? Le respinge ovviamente tutte, poiché ritiene di aver agito come ogni buon “manager”: e infatti alla parola “autoritario” sostituisce “autorevole”, e non si ritiene affatto “antidemocratico” ma semplicemente “decisionista”. Purtroppo per lui molta gente non reputa le Università delle aziende.

Non tutto è però perduto per i “dissidenti” salentini: infatti nello stesso documento redatto dai sindacati vengono citati tutta una serie di errori nella forma, nella sostanza e nella genesi di questo statuto che ne potrebbero invalidare l’approvazione definitiva se tali errori procedurali verranno notati dagli Organi di Controllo.

I vari “pasticci procedurali” (così vengono chiamati nel documento) sono (oltre al fatto che la bozza non ha ricevuto parere favorevole a maggioranza assoluta da parte del CdA) fondamentalmente quattro, come riportato nel documento: “la discriminazione anticostituzionale, nei confronti di coloro che ricoprono incarichi dirigenziali nei partiti politici o nei sindacati, o che hanno avuto con gli stessi rapporti di consulenza, ai quali è preclusa la possibilità di far parte dell’elettorato passivo degli organi di Governo dell’Ateneo; l’attribuzione di funzioni alle Facoltà anziché ai Dipartimenti come prescritto dalla Legge; il mancato rispetto del principio di proporzionalità nella previsione delle stesse Facoltà; la mancata previsione di clausole a salvaguardia della parità di genere negli Organi Accademici.”

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy