• Google+
  • Commenta
31 agosto 2011

ENEA: nuovi bandi

Le nuove tecnologie, lo sviluppo eco-sostenibile e le fonti di energia rinnovabile sono il nostro futuro, ma c’è ancora tanta ricerca da fare nel settore. Questo Enea lo ha capito da un pezzo, ed è per questo che ha pubblicato quattro differenti bandi di collaborazione in diverse aree di ricerca in tutta Italia per assumere un totale di 28 collaboratori.

Incarico di collaborazione coordinata e continuativa di 24 mesi (1 unità)
Oggetto della collaborazione: Studio molecolare dei meccanismi patogenetici alla base delle malattie infiammatorie intestinali; laurea richiesta: Scienze Biologiche o Biotecnologie, un anno post-lauream di ricerche in vitro e in vivo nel settore della biologia cellulare, molecolare o in microbiologia;

Personale laureato con esperienza da assumere con contratto di lavoro a tempo determinato (20 unità)
Sono richiesti laureati con differenti percorsi di studio, per incarichi diversi con specializzazioni variegate che vanno dal campo dell’Ingegneria a quello della Chimica a quello dell’Economia Aziendale;

Personale laureato con esperienza da assumere con contratto di lavoro a tempo determinato (5 unità)
Sono richiesti laureati con differenti percorsi di studio, per incarichi diversi con specializzazioni variegate che vanno dal campo dell’Ingegneria a quello della Chimica a quello dell’Economia e Commercio;

Personale diplomato con esperienza da assumere con contratto di lavoro a tempo determinato (2 unità)
Titolo richiesto: diploma di perito industriale conseguito in elettronica, elettrotecnica, termotecnica o meccanica, con un anno di esperienza lavorativa post-diploma in supporto al funzionaento di impianti e/o uso di macchine operatrici e/o esecuzione di prototipi nel settore energetico.

Partecipare al concorso è molto semplice: bisogna inoltrare la propria domanda di partecipazione a mezzo raccomandata o tramite Posta Elettronica Certificata entro e non oltre il 19 Settembre 2011. Per visionare i bandi nel dettaglio collegarsi al sito web dell’Agenzia ENEA.

Google+
© Riproduzione Riservata