• Google+
  • Commenta
3 agosto 2011

L’unirc e la Vallata del Gallico

Anche quest’anno il Dipartimento Patrimonio Architettonico Urbanistico (PAU) dell’Università degli studi di Reggio Calabria “Mediterranea” organizzerà in collaborazione con dalla Provincia di Reggio Calabria, con i comuni di Calanna, Laganadi, S. Alessio in Aspromonte, S. Stefano in Aspromonte, il DEAFEST 2011, che si terrà dal 5 al 17 agosto.

Questo evento, che ha come sottotitolo Festival della Natura, della Cultura e delle Tradizioni nella Vallata del Gallico richiama nell’acronimo i beni Demo-Etno-Antropologici, rispetto ai quali punta ad attivare percorsi di conservazione e valorizzazione, e rappresenta un momento di sintesi delle attività di ricerca che ormai da anni il Dipartimento PAU porta avanti nella Vallata del Gallico.

L’attenzione che l’università ha per il territorio della Vallata del Gallico, ha portato alla creazione di una struttura che favorisca il trasferimento al territorio della conoscenza scientifica e dell’innovazione tecnologica presenti al proprio interno. Tale struttura è il LaborEst (laboratorio di valutazioni economico-estimative).

Il laboratorio opera svolgendo due tipi di funzione: interne, a servizio del dipartimento PAU ed esterne, per attività conto terzi. Nello specifico le funzioni interne riguardano la ricerca applicata; la produzione di materiale bibliografico e informatico, quelle esterne sono, per lo più, collaborazioni e servizi di ricerca e consulenza per conto terzi e organizzazione di manifestazioni anche in collaborazione con altri centri di cultura e ricerca.

Uno dei progetti che il LaborEst ha per la Vallata del Gallico è quello di creare un Ecodistretto. Di fatti, l’edizione di quest’anno del DEAfest è incentrata sulla promozione di questo progetto. L’obbiettivo principale del PAU è quello di istituire un modello di governance che possa mettere insieme operatori, associazioni, amministrazioni e cittadini che vogliono lavorare in sinergia per dare valore ai prodotti di eccellenza della Vallata del Gallico, ai servizi di qualità, alla cultura dell’accoglienza e a quella d’impresa.

Nelle giornate della manifestazione sarà possibile, quindi, assistere a dibattiti sui futuribili scenari del progetto Ecodistretto e sui risvolti positivi che esso può portare al territorio.

Protagonista assoluta della festival sarà, anche, la gastronomia. Numerose saranno, infatti, le possibilità di assaggiare prodotti tipici locali.

Il tutto avverrà sotto il segno dell’autenticità. L’Autencitità è, infatti, il filo conduttore della manifestazione, al cui centro vi è la riflessione sull’importanza di far riemergere dal territorio “l’autentica autenticità”, spesso diversa da quella percepita, ridotta a semplice rappresentazione di se stessa o meramente folkloristica. E’ su questa identità che la programmazione fa leva per scardinare luoghi comuni e innescare processi di valorizzazione incentrati sulla vocazione dei luoghi, sul paesaggio, sull’ambiente, sulle produzioni locali.

Durante la rassegna si terranno diversi spettacoli musicali, tra i quali, nella giornata conclusiva, il concerto di Alessandro Mannarino.

Per ulteriori informazioni cliccare il seguente link

Francesco Tamburrino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy